Ascesso: dissezione, drenaggio, trattamento e possibili complicanze

Un ascesso è una formazione infiammatoria purulenta causata da batteri o virus patogeni. Appartiene alle malattie chirurgiche. Un ascesso può essere trattato in modo conservativo? Dov'è la causa di questa malattia e come viene aperto l'ascesso?

Le cause dell'ascesso

La causa di qualsiasi malattia purulenta è l'ingresso di un microbo patogeno in un organo danneggiato o indebolito, che, in condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi per rapida divisione cellulare. In questo momento, il corpo sta combattendo attivamente l'infiammazione e limita l'area infiammata. Appare una capsula purulenta.

I microrganismi si trovano in ogni persona sana e non sono pericolosi fino a quando la loro norma non viene superata o non compaiono condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'infiammazione. Molto spesso si accumulano sulle mucose del naso, degli occhi, della bocca, dei genitali. Ci sono congestioni all'interno dell'intestino.

I patogeni più comuni:

  • Staphylococcus aureus. È la causa dell'ascesso in più del 25%. Per identificarlo si usa la semina. Nel 60% dei casi di Staphylococcus aureus, l'infiammazione si verifica nella parte superiore del corpo.
  • Proteus mirabilis. Vive nell'intestino crasso. Rivelato dall'analisi microscopica delle feci. Molto spesso, gli ascessi causati da questo patogeno si diffondono nella parte inferiore del corpo..
  • Escherichia coli. Si trova anche nell'intestino ed è un componente della sua flora. Inizia ad agire attivamente durante il periodo di indebolimento del sistema immunitario e può provocare gravi malattie. È possibile anche un risultato letale.
  • A volte la causa di un ascesso può essere malattie precedenti: unghia incarnita, faringite, polmonite, tonsillite, osteomielite.
  • Spesso, la formazione di un ascesso è associata a procedure mediche (iniezioni, sistemi, interventi chirurgici), se non è stata osservata la sterilità.

Possibili esiti di ascessi:

  • Breakout verso l'esterno
  • Sfondamento all'interno (nella cavità addominale o nella cavità articolare)
  • Sfondamento negli organi (stomaco, intestino, bronchi o vescica)

Dopo la svolta, la dimensione della capsula purulenta diminuisce e l'ulcera inizia a cicatrizzare. Ma se le formazioni purulente non sono uscite completamente, il processo infiammatorio potrebbe ripresentarsi o addirittura diventare cronico.

La diagnosi di un ascesso esterno non è difficile e già all'esame, il medico fa un'ipotesi, la invia per un'analisi del sangue. Con un ascesso interno, oltre a un esame del sangue, può essere necessaria un'ecografia, un esame a raggi X o una tomografia computerizzata. Inoltre, per diagnosticare un ascesso nascosto, è possibile utilizzare un metodo di puntura, che a volte viene controllato mediante ultrasuoni.

Tipi di ascessi e sintomi

Ci sono più di 50 tipi di ascessi in totale. Differiscono nel luogo di localizzazione, nella causa dell'evento, nella natura della secrezione purulenta e nella gravità dell'infiammazione..

I tipi più comuni:

  • Anorettale. È localizzato nella parte anale del retto o direttamente nell'ano. La causa più comune è la paraproctite..
  • Apicale. Formata nell'area delle radici dei denti, molto spesso la causa è la parodontite.
  • Ascesso cerebrale. Localizzata nei tessuti cerebrali, la causa potrebbe essere lesioni alla testa e al cervello.
  • Piccante). Può manifestarsi su qualsiasi parte del corpo, è caratterizzato da un alto tasso di sviluppo, grave infiammazione e un forte deterioramento del benessere.
  • Ascesso polmonare. Si sviluppa nel polmone, il più delle volte è una complicanza della polmonite.
  • Ascesso epatico. È localizzato vicino all'organo o direttamente in esso e su di esso. Può essere causato da un'infezione o da una complicazione di una malattia del fegato.
  • Appendicolare. Molto spesso, la ragione sta nell'infiammazione dell'appendice..
  • Ascesso freddo. È localizzato su qualsiasi parte del corpo, di solito coprendo una piccola area. Un ascesso freddo è pericoloso perché si sviluppa molto lentamente. Abbastanza difficile da diagnosticare in anticipo.
  • Gas gangrenoso o gangrenoso. Il pus ha un carattere putrefattivo pronunciato, inodore e può contenere microbi che formano gas.

Sotto il diaframma. Il pus si accumula nell'area del diaframma, molto spesso la causa è una complicazione di pancreatite, colecistite, ulcera o trauma della cavità addominale.

Questi non sono tutti i tipi di ascessi, ma solo i più comuni. Ma i più comuni sono gli ascessi cutanei che sono localizzati in diverse parti del corpo..

Sintomi di ascesso cutaneo:

Rossore, dolore e gonfiore di una piccola area della pelle. Il dolore aumenta con l'attività fisica e la tosse. Questo periodo dura circa 5 giorni. Dopo 5 giorni, inizia ad apparire una testa purulenta della capsula, le sensazioni dolorose aumentano. La capsula può crescere per un tempo molto lungo, fino a 15 giorni..

La temperatura potrebbe aumentare.

A volte compaiono sintomi di intossicazione: nausea, debolezza, dolori muscolari e deterioramento del benessere generale.

Gli ascessi nascosti sono particolarmente pericolosi, poiché lo svuotamento della capsula avviene all'interno, il che può portare a conseguenze molto gravi. E anche l'aspetto di una formazione purulenta sul viso è particolarmente spiacevole, nel qual caso non può essere consentito uno sfondamento spontaneo e deve essere eseguita un'autopsia.

Apertura e drenaggio

Qualsiasi tipo di ascesso richiede un intervento chirurgico. Se l'ascesso ha più di 4 giorni e la testa della capsula è già matura, è semplicemente necessaria un'autopsia.

  • Trattamento dell'area dell'infiammazione con una soluzione antisettica.
  • Anestesia. Molto spesso viene utilizzato il trattamento con lidocaina, con forti sensazioni dolorose, è possibile utilizzare iniezioni locali.
  • Incisione del tessuto con un bisturi nell'area di maggiore infiammazione o testa purulenta.
  • Se il gonfiore non ha un rigonfiamento visibile, viene praticata l'incisione
  • la presumibile intersezione delle diagonali del tumore o all'intersezione della verticale con una linea orizzontale. Inoltre, a volte può essere utilizzato un ago per localizzare la capsula..
  • L'incisione non è più lunga di 2 cm.
  • Con l'aiuto di una siringa Hartmann, l'incisione viene espansa a 4-5 cm e allo stesso tempo i legamenti dell'ascesso vengono strappati.
  • L'ascesso viene svuotato. Nelle cliniche moderne viene utilizzata l'aspirazione elettrica. Ma la pulizia manuale è possibile.
  • Dopo aver rimosso il pus, la cavità viene esaminata con un dito per rimuovere i ponti e i tessuti rimanenti.
  • La cavità viene lavata con un antisettico.
  • Per il drenaggio, un tubo di gomma o tamponi imbevuti di antisettici ed enzimi vengono inseriti nella cavità dell'ascesso.
  • Dopo aver aperto e pulito la cavità, il trattamento viene eseguito in modo simile alle ferite purulente.
  • Trattamento con soluzione di cloruro di sodio o qualsiasi altra soluzione ipertonica, ad esempio acido borico.
  • L'uso di unguenti curativi, ad esempio, Vishnevsky, Tetraciclina, Neomicina. È importante che gli unguenti abbiano una base grassa o di vaselina. Altrimenti l'umidità verrà assorbita.

L'uso di unguenti contenenti antibiotici è buono. Questi includono Levomikol, Levosin, Mafenid. L'antibiotico va sulla ferita e accelera il processo di guarigione. È sufficiente bendare la ferita utilizzando questi unguenti una volta al giorno..

Il processo di apertura di un ascesso e trattamento di una ferita può variare, a seconda della posizione dell'infiammazione, della complessità e della negligenza della malattia. Contano anche le malattie esistenti, l'età e lo stato di salute del paziente. L'operazione stessa dura non più di 10 minuti, con ascessi esterni viene eseguita in regime ambulatoriale. Ma il trattamento della cavità e le cicatrici possono durare fino a un mese. In casi gravi, sarà richiesta la registrazione in un ospedale.

Trattamento ascesso

Con la diagnosi precoce e la malattia lieve, a volte viene praticato il trattamento dell'ascesso senza intervento chirurgico. Per fare ciò, è necessario cercare prontamente l'aiuto di uno specialista che prescriverà un trattamento completo. Sarà positivo se c'è l'opportunità di fare un esame completo e una diagnostica approfondita. Molto spesso, tale opportunità è disponibile in cliniche e centri che dispongono di un laboratorio multidisciplinare..

Per il trattamento di un ascesso senza intervento chirurgico, viene utilizzato un metodo di drenaggio guidato da ultrasuoni. Ha dimostrato di essere eccellente nel trattamento degli ascessi sulle ghiandole mammarie e alcuni nascosti sugli organi interni. La questione dell'utilizzo di questo metodo viene decisa individualmente e non è adatta in tutti i casi. Dopo tale trattamento, è necessario sottoporsi a un ciclo di assunzione di antibiotici. A volte potrebbe essere necessario assumere farmaci che rafforzano il sistema immunitario.

Se l'ascesso esterno si è aperto spontaneamente, è necessario rimuovere le formazioni purulente, pulire la ferita e trattare con soluzioni di permanganato di potassio o acido borico. Nei giorni successivi sarà richiesto il lavaggio regolare della ferita e l'imposizione di medicazioni. È meglio se lo fanno gli specialisti. Quando la temperatura aumenta, dovresti prendere un antipiretico.

Se un'ebollizione, un ascesso o un piccolo brufolo si sono aperti spontaneamente, puoi spremere il contenuto con le dita e trattare la ferita secondo lo schema sopra, assicurati di usare agenti cicatrizzanti. Ma in nessun caso dovresti massaggiare un ascesso profondo o provare ad aprire la capsula da solo. Tali azioni possono portare a complicazioni..

Oltre all'apertura e al trattamento della cavità ascessuale, possono essere necessarie trasfusioni di sangue o plasma. È prescritto a pazienti che hanno grandi infiammazioni interne. O quando la malattia si trasforma in una forma grave.

Il trattamento di un ascesso è piuttosto complicato, oltre all'apertura, sono necessari un'adeguata elaborazione e il rispetto delle norme sanitarie. La medicina alternativa può essere utilizzata come terapia aggiuntiva..

Rimedi popolari

Non fare affidamento interamente sulla medicina tradizionale. Ma potrebbero benissimo essere un'aggiunta al trattamento chirurgico degli ascessi esterni. Esistono molte piante e prodotti con effetti battericidi, cicatrizzanti e immunostimolanti che sono stati utilizzati per molti anni e sono abbastanza sicuri..

  • Erba di San Giovanni. Usa un infuso acquoso, una tintura di alcol o un estratto di olio. Ha un buon effetto antisettico e battericida, non è per niente che l'erba di San Giovanni è chiamata antibiotico naturale. Quando si trattano ascessi, impacchi, lozioni o semplicemente pulire l'area interessata.
  • Propoli. Un unguento curativo può essere preparato per trattare gli ascessi esterni. Inoltre cura bene tagli, ustioni, abrasioni e altri danni alla pelle. Per fare questo, prendi 100 gr. grasso interno sciolto e filtrato di qualsiasi animale, riscaldato a 70 gradi, aggiungere 10 gr. propoli e, mescolando continuamente, raffreddare. L'unguento viene conservato in frigorifero.
  • Echinacea Con un ascesso, è necessario il ripristino dell'immunità. La tintura di echinacea si adatta bene a questo compito. Puoi acquistarne uno già pronto in farmacia, prepararlo da solo o utilizzare analoghi, ad esempio Immunal. Per preparare la tintura, 1 parte della materia prima viene versata con 10 parti di vodka. Insistere per 2 settimane. Assumere 30 gocce per via orale prima dei pasti.
  • Aloe. Per il trattamento viene utilizzata la linfa pura della pianta. Va bene se la sua età è superiore a 3 anni e le foglie rimangono in frigorifero per diversi giorni. L'area interessata è imbrattata di succo o vengono preparate lozioni. Il succo mescolato in parti uguali con il miele funziona bene. È importante che non ci siano allergie.
  • Cipolla. Aiuta a curare l'ascesso non peggiore dell'aloe ed è presente in ogni casa. Ci sono molte ricette con le cipolle; questo ortaggio è abbastanza popolare nel trattamento delle formazioni purulente. La cipolla viene bollita nel latte di vacca, tagliata e applicata sul punto dolente. Puoi usare una cipolla cotta al forno. Il seguente impacco funziona bene: tritare la cipolla al forno, mescolare con miele e bendare l'ascesso.
  • Patate. È famoso per la sua azione di trazione. Le patate grattugiate sono legate a una formazione purulenta. Spesso puoi sentire tremori: questo ortaggio curativo pulisce la cavità dell'ascesso. Legare la massa di patate durante la notte.
  • Nella medicina popolare, un numero enorme di ricette per l'ascesso. Non dovresti usare prodotti di erbe poco conosciute o tasse complesse. Qualsiasi pianta può causare una reazione allergica che complicherà la situazione. Dovresti anche fare attenzione quando prendi i fondi all'interno. E in nessun caso cerca di curare gli ascessi da solo.

Possibili complicazioni

Se il trattamento viene avviato o eseguito in modo errato, l'ascesso può dare una complicazione. Molto spesso si tratta della diffusione dell'infezione ai tessuti vicini o dell'acquisizione di una forma cronica della malattia.

L'infezione di organi e tessuti adiacenti dipende dal tipo di ascesso. Per evitare ciò, è necessario cercare aiuto in tempo ed eseguire un'autopsia. È importante dopo di lui portare la questione al completo recupero..

L'ascesso cronico diventa se la malattia acuta non è completamente guarita. Con questa forma si forma una fistola profonda, che non può essere curata. Una svolta che si verifica all'interno di una cavità chiusa può causare meningite, peritonite, pericardite o artrite.

Fattori che influenzano la transizione da un ascesso acuto a una forma cronica:

  • Mancanza di drenaggio della cavità o prestazioni scadenti.
  • Di dimensioni troppo grandi (più di 4 cm) o numerose cavità su organi e tessuti interni.
  • Il risultato di un trattamento conservativo. Il più delle volte si verifica se il paziente rifiuta l'intervento chirurgico o si è auto-medicato.
  • Indebolimento dell'immunità.

Nel 20% dei casi, la causa della transizione di un ascesso a una forma cronica sono sostanze purulente residue. La causa del 30% delle complicanze è l'automedicazione e il rinvio tardivo agli specialisti. A differenza di un ascesso acuto, un ascesso cronico è difficile da trattare, influisce negativamente sui tessuti vicini e peggiora le condizioni generali.

Per prevenire gli ascessi, prima di tutto, è necessario osservare l'igiene e trattare tempestivamente i danni ai tessuti con mezzi speciali, ad esempio Miramistin si è dimostrato efficace. Inoltre, la cura adeguata della cavità orale e nasale è altrettanto importante, spesso sono le vie per l'ingresso delle infezioni. E, naturalmente, qualsiasi malattia, dal mal di gola alla carie, deve essere curata e non essere portatrice di agenti patogeni.

Nel video allegato puoi conoscere l'ascesso.

La puntura di un ascesso è obbligatoria nel 98% dei casi. È meglio se viene eseguito da specialisti e in conformità con gli standard sanitari. Un trattamento tempestivo aiuterà a evitare gravi conseguenze..

Cosa fare per far rompere l'ascesso più velocemente?

Gli ascessi o gli ascessi in diverse aree della pelle hanno diverse fasi di sviluppo. Quando l'ascesso matura, le masse purulente si accumulano nella sua cavità ei sintomi di intossicazione sono espressi in modo abbastanza forte.

Le condizioni di una persona sono alleviate quando un ascesso su un dito o altrove si apre verso l'esterno e ne esce il pus. Cosa applicare a un ascesso per sfondare? Cercheremo di rispondere a questa domanda popolare..

Ascesso di autopsia

Alcuni pazienti chiedono: "Come aprire correttamente un ascesso?" È vietato aprire un ascesso a casa. Questo evento può causare gravi complicazioni..

Un'autopsia può causare tali complicazioni:

  • Foruncolosi della pelle.
  • Formazione di ascessi secondari.
  • Introduzione del secondo patogeno nella zona di infezione.
  • Trombosi del seno cavernoso con localizzazione di un ascesso sul viso.
  • Sepsi: portare l'agente patogeno nel sangue.

Poiché l'autopsia non dovrebbe essere consentita a casa, dovresti cercare l'aiuto chirurgico di uno specialista.

I piccoli ascessi possono essere trattati in modo conservativo. Per "rompere" l'ascesso, usa uno dei seguenti farmaci:

  • Unguento Ichthyol.
  • Levomekol.
  • Unguento di Vishnevsky.
  • Baneocin.

Cosa fare se i fondi non sono a portata di mano? Alcuni aderenti alle terapie tradizionali consigliano numerose ricette per la medicina alternativa.

Unguento Ichthyol

L'ascesso matura più velocemente quando si utilizza il popolare unguento di ittiolo. Questo farmaco contiene la sostanza ichtammol. Lo strumento ha una serie di effetti positivi:

  • Uccide i batteri nell'area dell'infiammazione.
  • Irrita i recettori nervosi, che riduce la sensibilità e riduce il dolore.
  • Provoca la denaturazione delle proteine, che contribuisce all'accumulo di masse purulente.
  • Molto ben assorbito dalla pelle e dalle mucose, che consente al farmaco di penetrare negli ascessi chiusi.

Come rimuovere un ascesso usando l'unguento di ittiolo? È necessario applicarlo esternamente 2 volte al giorno. L'effetto è migliorato quando il prodotto viene applicato sotto una benda sterile.

Una controindicazione all'uso è un'allergia al principio attivo, in altri casi è possibile applicare tranquillamente il medicinale per via topica sulla pelle.

Levomekol

Se l'ascesso non si rompe da solo, puoi usare l'unguento Levomekol. Questo farmaco contiene l'antibiotico cloramfenicolo e l'agente antimicrobico metiluracile.

A causa dell'azione combinata di due potenti agenti, si ottiene un rapido effetto terapeutico:

  • Le medicine penetrano nella pelle e finiscono nella cavità purulenta.
  • A causa dell'azione antisettica, si ottiene la distruzione dei batteri patogeni.
  • Il volume delle masse purulente aumenta, provocando il suo rilascio sulla superficie della pelle.
  • Abbastanza rapidamente, l'ascesso si romperà con l'uso regolare dell'unguento.

I piccoli ascessi non devono essere aperti da un medico se si ha a portata di mano questo unguento antibatterico.

Levomekol estrae bene il pus se lo usi come segue:

  1. Applicare una piccola striscia di unguento su una benda sterile piegata più volte.
  2. Applicalo al sito dell'infiammazione.
  3. Una piccola benda asettica viene applicata sopra.
  4. La medicazione viene eseguita quotidianamente.
  5. La benda di trazione non deve bagnarsi e sporcarsi.

Se hai un ascesso di grandi dimensioni, dovresti consultare un medico.

Unguento di Vishnevsky

Uno dei migliori rimedi che aiuta a sfondare un ascesso è l'unguento di Vishnevsky. Questa sostanza con un odore caratteristico contiene catrame di betulla, olio di ricino e xeroformio. Il farmaco occupa una posizione intermedia tra medicina e rimedio popolare. L'unguento è stato sviluppato da un medico ed è stato a lungo utilizzato in medicina.

La proprietà principale grazie alla quale il farmaco viene utilizzato per l'ascesso è la capacità dell'unguento di accumulare pus. Il medicinale agisce non solo sui microbi e li uccide, ma anche sulle proteine ​​della pelle. Sotto l'influenza del farmaco, l'ascesso si apre rapidamente e il pus esce dalla pelle.

Usa il rimedio per la suppurazione come segue:

  1. L'unguento viene applicato su un quadrato di garza e applicato sul sito dell'infiammazione.
  2. La medicazione asettica viene applicata sopra.
  3. La benda dovrebbe essere cambiata 2 volte al giorno..
  4. Rimuovere la benda se si sporca o si bagna.
  5. Evita di applicare una grande quantità di prodotto che saturerà la medicazione fino in fondo.
  6. Se non cambi la medicazione per molto tempo, l'unguento si seccherà e si formerà una crosta sopra l'infiammazione..
  7. Tale medicazione può essere rimossa solo dopo che la crosta è stata inumidita con una soluzione di clorexidina..

Se ci sono diversi foruncoli sulla pelle, vale la pena contattare uno specialista qualificato.

Baneocin

Gli ascessi sono anche ben aperti durante il trattamento con un unguento antibatterico popolare - Baneocin. Il farmaco è composto da due antibiotici: bacitracina e neomicina. Queste sostanze sopportano bene l'ebollizione sia nella fase di maturazione che se scoppia sulla superficie della pelle.

Lo strumento viene utilizzato come segue:

  • Applicare sulla zona della pelle interessata 4 volte al giorno.
  • Può essere indossato sotto una benda per prolungare l'effetto del prodotto.
  • Il prodotto non deve essere lavato via con acqua, è necessario attendere che il farmaco venga assorbito.

Il farmaco viene assorbito attivamente nel flusso sanguigno e ha una serie di controindicazioni. È necessario leggere le istruzioni prima dell'uso. In particolare, viene utilizzato con grande cautela durante la gravidanza e l'allattamento..

Rimedi popolari

Molti pazienti preferiscono utilizzare metodi di trattamento principalmente tradizionali. I guaritori consigliano di utilizzare le seguenti ricette per aprire gli ascessi:

  • Le cipolle al forno vengono applicate all'ascesso e fissate con una benda.
  • Uso del sapone da bucato: la benda viene insaponata e fissata durante la notte.
  • Il sapone da bucato è mescolato con cera d'api, miele e olio vegetale. Riscaldato e applicato come un unguento.
  • Le foglie di ficus interne vengono fatte scorrere in un tritacarne, applicate all'ascesso e fissate con una benda.
  • Il succo di aloe viene spremuto sulla superficie della pelle e fissato sotto la benda fino a 3 volte al giorno.
  • La tintura alcolica di aglio aiuta l'ascesso a sfondare con l'uso regolare.

Queste e molte altre ricette dei guaritori tradizionali dovrebbero essere applicate dopo aver consultato un medico..

Cosa fare se scoppia un ascesso?

Quando è stato possibile estrarre il contenuto dell'ascesso, è necessario eseguire una serie di misure che aiuteranno ad accelerare la guarigione. Questi includono:

  1. Rimozione di masse purulente con una turunda o un tovagliolo sterile.
  2. Lavare la ferita con una soluzione antisettica: clorexidina o perossido di idrogeno.
  3. Uso di unguenti antibatterici. Puoi usare Baneocin e Levomekol. Questi fondi possono essere sostituiti con altri alternativi, in questo periodo il grado di assorbimento del farmaco nella pelle non è così importante.
  4. Applicazione di una medicazione asettica alla ferita e una medicazione regolare. Previene l'infezione secondaria.

Se le condizioni di una persona peggiorano, compaiono sintomi di intossicazione e febbre, consultare un medico.

Ascesso

Un ascesso (ascesso, ascesso) è un'infiammazione purulenta, accompagnata dallo scioglimento dei tessuti e dalla formazione di una cavità piena di pus. Può formarsi nei muscoli, nel tessuto sottocutaneo, nelle ossa, negli organi interni o nel tessuto circostante.

Cause di ascesso e fattori di rischio

La causa dell'ascesso è la microflora piogenica, che penetra nel corpo del paziente attraverso danni alle mucose o alla pelle, o viene introdotta con il flusso sanguigno da un altro punto focale dell'infiammazione (via ematogena).

L'agente eziologico nella maggior parte dei casi è una flora microbica mista, in cui predominano stafilococchi e streptococchi in combinazione con vari tipi di bacilli, ad esempio E. coli. Negli ultimi anni, il ruolo degli anaerobi (clostridi e batterioidi), nonché l'associazione di microrganismi anaerobici e aerobi nello sviluppo degli ascessi, è notevolmente aumentato..

A volte ci sono situazioni in cui il pus ottenuto durante l'apertura dell'ascesso quando seminato su terreni nutritivi tradizionali non dà crescita alla microflora. Ciò indica che in questi casi la malattia è causata da agenti patogeni insoliti, che non possono essere rilevati con metodi diagnostici convenzionali. In una certa misura, questo spiega i casi di ascessi con un decorso atipico..

Gli ascessi possono manifestarsi come una malattia indipendente, ma più spesso sono una complicazione di qualsiasi altra patologia. Ad esempio, la polmonite può essere complicata da un ascesso polmonare e la tonsillite purulenta può essere complicata da un ascesso paratonsillare..

Con lo sviluppo dell'infiammazione purulenta, il sistema di difesa del corpo cerca di localizzarlo, il che porta alla formazione di una capsula limitante.

Forme della malattia

A seconda della posizione:

  • ascesso subfrenico;
  • retrofaringeo;
  • paratonsillare;
  • periofaringeo;
  • tessuti soffici;
  • polmone;
  • cervello;
  • ghiandola prostatica;
  • parodontale;
  • intestini;
  • pancreas;
  • scroto;
  • Spazio Douglas;
  • appendicolare;
  • fegato e subepatico; e così via.

Gli ascessi del tessuto sottocutaneo di solito portano a un recupero completo.

Secondo le peculiarità del decorso clinico, si distinguono le seguenti forme di ascesso:

  1. Caldo o piccante. È accompagnato da una pronunciata reazione infiammatoria locale, nonché da una violazione delle condizioni generali.
  2. Freddo. Si differenzia da un normale ascesso in assenza di segni generali e locali del processo infiammatorio (febbre, arrossamento della pelle, dolore). Questa forma della malattia è tipica di alcune fasi dell'actinomicosi e della tubercolosi osteoarticolare..
  3. Rientrato. La formazione di un sito di accumulo di pus non porta allo sviluppo di una reazione infiammatoria acuta. La formazione di un ascesso si verifica a lungo (fino a diversi mesi). Si sviluppa sullo sfondo della tubercolosi osteoarticolare.

Sintomi di ascesso

Il quadro clinico della malattia è determinato da molti fattori e, prima di tutto, dal luogo di localizzazione del processo purulento, dalla causa dell'ascesso, dalle sue dimensioni, dallo stadio di formazione.

I sintomi di un ascesso localizzato nei tessuti molli superficiali sono:

  • rigonfiamento;
  • arrossamento;
  • forte dolore;
  • un aumento della temperatura locale e, in alcuni casi, generale;
  • disfunzione;
  • fluttuazione.

Gli ascessi addominali si manifestano con i seguenti sintomi:

  • febbre intermittente (intermittente) con un tipo di curva di temperatura frenetica, cioè soggetta a fluttuazioni significative durante il giorno;
  • forti brividi;
  • tachicardia;
  • mal di testa, dolore muscolo-articolare;
  • mancanza di appetito;
  • grave debolezza;
  • nausea e vomito;
  • ritardo nel passaggio di gas e feci;
  • tensione muscolare addominale.

Con la localizzazione dell'ascesso nella regione subfrenica, i pazienti possono essere disturbati da mancanza di respiro, tosse, dolore nella parte superiore dell'addome, che si intensifica al momento dell'inalazione e si irradia alla scapola e alla spalla.

Con ascessi pelvici, si verifica un'irritazione riflessa del retto e della vescica, che è accompagnata dalla comparsa di tenesmo (falsa voglia di defecare), diarrea, minzione frequente.

Gli ascessi retroperitoneali sono accompagnati da dolore nella parte bassa della schiena, la cui intensità aumenta con la flessione delle gambe nelle articolazioni dell'anca.

I sintomi di un ascesso cerebrale sono simili a quelli di qualsiasi altra massa (cisti, tumori, ematomi) e possono variare in un intervallo molto ampio, che va da un lieve mal di testa a gravi sintomi cerebrali.

Un ascesso polmonare è caratterizzato da un aumento significativo della temperatura corporea, accompagnato da forti brividi. I pazienti lamentano dolore nella zona del torace, aggravato dal tentativo di fare un respiro profondo, mancanza di respiro e tosse secca. Dopo aver aperto l'ascesso nel bronco, si verifica una grave tosse con abbondante secrezione di espettorato, dopo di che le condizioni del paziente iniziano a migliorare rapidamente.

Gli ascessi nell'orofaringe (retrofaringeo, paratonsillare, periofaringeo) nella maggior parte dei casi si sviluppano come complicanza della tonsillite purulenta. Sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • forte dolore che si irradia ai denti o all'orecchio;
  • sensazione di un corpo estraneo in gola;
  • spasmo muscolare che impedisce l'apertura della bocca;
  • dolore e gonfiore dei linfonodi regionali;
  • aumento della temperatura corporea;
  • insonnia;
  • debolezza;
  • voce nasale;
  • la comparsa di uno sgradevole odore putrido dalla bocca.

Diagnosi di un ascesso

Gli ascessi superficiali dei tessuti molli non causano difficoltà nella diagnosi. Con una posizione più profonda, potrebbe essere necessario eseguire un'ecografia e / o una puntura diagnostica. Il materiale ottenuto durante la puntura viene inviato per l'esame batteriologico, che consente di identificare l'agente eziologico della malattia e determinarne la sensibilità agli antibiotici.

Gli ascessi orofaringei vengono rilevati durante un esame otorinolaringoiatrico.

Gli ascessi possono manifestarsi come una malattia indipendente, ma più spesso sono una complicazione di qualsiasi altra patologia. Ad esempio, la polmonite può essere complicata da un ascesso polmonare e la tonsillite purulenta può essere complicata da un ascesso paratonsillare..

È molto più difficile diagnosticare ascessi cerebrali, cavità addominali, polmoni. In questo caso, viene effettuato un esame strumentale, che può includere:

  • Ultrasuoni degli organi addominali e pelvici;
  • risonanza magnetica per immagini o tomografia computerizzata;
  • radiografia.

In un esame del sangue generale per qualsiasi localizzazione di un ascesso, vengono determinati i segni caratteristici di un processo infiammatorio acuto (un aumento del numero di leucociti, uno spostamento nella formula dei leucociti a sinistra, un aumento della VES).

Trattamento ascesso

Nella fase iniziale dello sviluppo di un ascesso di tessuti molli superficiali, viene prescritta una terapia antinfiammatoria. Dopo che l'ascesso è maturo, viene aperto, di solito su base ambulatoriale. Il ricovero è indicato solo in caso di una grave condizione generale del paziente, natura anaerobica del processo infettivo.

Come aiuto nel trattamento, nonché per la prevenzione delle complicanze degli ascessi di grasso sottocutaneo, si consiglia di utilizzare l'unguento Ilon. L'unguento deve essere applicato sulla zona interessata sotto una benda di garza sterile o un cerotto. A seconda del grado di suppurazione, la medicazione deve essere cambiata una o due volte al giorno. La durata del trattamento dipende dalla gravità del processo infiammatorio, ma, in media, per ottenere un risultato soddisfacente, è necessario applicare l'unguento per almeno cinque giorni. L'unguento Ilon K è venduto nelle farmacie.

Il trattamento di un ascesso polmonare inizia con antibiotici ad ampio spettro. Dopo aver ricevuto l'antibioticogramma, la terapia antibiotica viene corretta tenendo conto della sensibilità dell'agente patogeno. In presenza di indicazioni, viene eseguito un lavaggio broncoalveolare per migliorare il deflusso dei contenuti purulenti. L'inefficacia del trattamento conservativo di un ascesso è un'indicazione per l'intervento chirurgico - resezione (rimozione) dell'area interessata del polmone.

Il trattamento degli ascessi cerebrali nella maggior parte dei casi è chirurgico, poiché possono portare alla dislocazione del cervello e causare la morte. Una controindicazione alla rimozione degli ascessi è la loro localizzazione in strutture profonde e vitali (nuclei sottocorticali, tronco cerebrale, tubercolo ottico). In questo caso, ricorrono alla puntura della cavità ascessuale, alla rimozione del contenuto purulento mediante aspirazione, seguita dal risciacquo della cavità con una soluzione antisettica. Se è necessario un lavaggio multiplo, il catetere attraverso il quale viene somministrato viene lasciato nella cavità per un po '.

Con gli ascessi cerebrali, la prognosi è sempre molto grave, la morte è osservata nel 10% dei casi e il 50% dei pazienti sviluppa una disabilità persistente..

Gli ascessi addominali vengono rimossi chirurgicamente.

Potenziali conseguenze e complicazioni

Gli ascessi di trattamento prematuro possono portare a gravi complicazioni:

  • neurite;
  • osteomielite;
  • flemmone;
  • fusione purulenta della parete dei vasi sanguigni con il verificarsi di sanguinamento potenzialmente letale;
  • meningite purulenta;
  • empiema della pleura;
  • peritonite;
  • sepsi.

Previsione

La prognosi dipende dalla posizione dell'ascesso, dalla tempestività e dall'adeguatezza del trattamento. Gli ascessi del tessuto sottocutaneo di solito portano a un recupero completo. Con gli ascessi cerebrali, la prognosi è sempre molto grave, la morte è osservata nel 10% dei casi e il 50% dei pazienti sviluppa una disabilità persistente..

Prevenzione

La prevenzione dello sviluppo di ascessi ha lo scopo di prevenire l'ingresso di microflora piogenica patogena nel corpo del paziente e comprende le seguenti misure:

  • attenta osservanza dell'asepsi e degli antisettici durante gli interventi medici accompagnati da danni alla pelle;
  • conduzione tempestiva del trattamento chirurgico primario delle ferite;
  • riabilitazione attiva di focolai di infezione cronica;
  • aumentare le difese del corpo.

Com'è l'apertura e il drenaggio di un ascesso

La puntura di un ascesso è un metodo chirurgico per trattare una formazione purulenta, limitata da pareti dense dei tessuti circostanti nel corpo. La manipolazione viene eseguita dal medico in ospedale dopo la diagnosi. La patologia si verifica a causa dello sviluppo dell'infiammazione con l'aggiunta di un'infezione batterica.

È possibile curare un ascesso senza aprirlo

Un ascesso purulento è caratterizzato da vari segni, il terapeuta prescrive metodi di terapia conservativi in ​​una fase precoce.

Sintomi della fase primaria dello sviluppo dell'ascesso:

  • un infiltrato denso è localizzato superficialmente sotto la pelle, il che indica la possibilità di una terapia di formazione senza apertura;
  • un ascesso non è accompagnato da fenomeni infiammatori generali: forte dolore, sindrome ipertermica, compromissione del benessere;
  • taglia piccola;
  • la forma corretta di educazione con confini palpabili.

Per rimuovere un ascesso senza intervento chirurgico, il medico prescrive:

  • un gruppo di antibiotici ad ampio spettro per eliminare rapidamente l'agente eziologico dell'ascesso senza aprirlo;
  • farmaci antinfiammatori con effetto anestetico;
  • per stimolare la guarigione, ripristinare l'area interessata dall'ascesso, utilizzare medicinali locali della farmacia: unguenti antisettici, rigeneranti, curativi, linimento. Gli agenti di trazione promuovono la guarigione senza dissezione.

Quando dovrebbe essere aperto un ascesso in un ospedale

Le indicazioni per l'operazione obbligatoria in un istituto medico con escissione di una formazione patogena sono:

  1. Ascesso con localizzazione difficile da raggiungere, infezione ematogena - suppurazione del cervello, organi interni. Il pericolo di penetrazione di una sostanza nel sangue aumenta con lo sviluppo della sepsi, che può essere fatale se non si ricorre all'apertura della formazione.
  2. La posizione del fuoco infiammatorio su viso, collo, regione ascellare, area inguinale o rettale. Esiste il rischio di fusione purulenta, formazione di flemmone con il coinvolgimento di tessuti sani nel processo.
  3. La rimozione di un ascesso di localizzazione paratonsilare viene eseguita in ambiente ospedaliero: le vie aeree sono vicine, la manipolazione dell'apertura dell'attributo può provocare un sanguinamento abbondante, che può essere eliminato ricorrendo a misure di rianimazione.
  4. Con una maturazione prolungata di ascessi di localizzazione superficiale (più di 4-5 giorni) o una svolta indipendente di un ascesso profondo, non è richiesta un'autopsia, il paziente si rivolge al chirurgo per l'esame. Il medico determina i ponti, i passaggi fistolosi, la presenza di pus residuo, risciacqua la ferita con un antisettico, igienizza la cavità.
  5. Con lo sviluppo di gravi complicanze: suppurazione dopo iniezioni di farmaci per via endovenosa, posizionamento improprio di un'iniezione intramuscolare, formazione di fistole con fuoriuscita del contenuto di un colore giallo-verde. In questo stato, l'ipertermia di 39-40 gradi persiste a lungo, che non può essere fermata dai farmaci..
  6. L'apertura e il drenaggio di un ascesso sono obbligatori per gruppi di popolazione: bambini, donne in gravidanza, pazienti con un sistema di difesa del corpo indebolito o presenza di immunodeficienza.
  7. La mancanza di un effetto terapeutico con la terapia conservativa è un'indicazione diretta per l'apertura chirurgica di un ascesso.

Prima dell'operazione, viene eseguita la diagnostica:

  • puntura di un ascesso, coltura batterica per determinare la sensibilità dell'agente patogeno ai farmaci antibatterici;
  • un esame del sangue dettagliato con una formula di leucociti;
  • Esame ecografico, risonanza magnetica, raggi X per determinare i confini della formazione al fine di aprire delicatamente l'ascesso;
  • consultazione con un anestesista in merito alla presenza di allergia ai farmaci, una storia preliminare: c'era anestesia prima, come il paziente è stato sottoposto ad anestesia, se c'erano complicazioni.

Com'è l'operazione per rimuovere un ascesso

Fasi del trattamento chirurgico di un ascesso:

  1. Preparatorio: consegna di test, studi strumentali, determinazione del metodo ottimale per l'apertura dell'ascesso formato, tenendo conto della localizzazione, possibili complicazioni.
  2. La principale è un'operazione per tagliare un ascesso.
  3. Periodo postoperatorio: dalla fine della procedura al recupero del corpo.

Algoritmo di manipolazione chirurgica:

  • trattamento del campo operatorio con antisettici;
  • con un bisturi, gli strati esterni sopra l'area interessata vengono aperti: mucosi, fasciali, spingono delicatamente indietro i muscoli, tagliati nei punti di attacco all'osso. Per mettere un drenaggio in un ascesso, il chirurgo fornisce una superficie della ferita aperta per il deflusso di contenuti purulenti;
  • si esegue un'incisione con strumenti sterili, senza schiacciare il tessuto per evitare di spremere il pus, la lunghezza della linea di apertura dipende dalla lunghezza dell'infiltrato sottocutaneo;
  • il medico disinfetta la cavità purulenta utilizzando soluzioni antisettiche, inserisce un tubo di drenaggio per garantire il deflusso del pus nel periodo postoperatorio;
  • tessuto necrotico asportato attorno all'ascesso, che consente di accelerare il processo di guarigione, per prevenire il ripetersi della suppurazione dopo l'apertura.

Il trattamento postoperatorio prevede l'assunzione di farmaci antibatterici.

Caratteristiche del drenaggio della ferita

Il tubo viene inserito nella cavità fino alla profondità dell'ascesso, suturato se necessario, la manipolazione viene eseguita per pulire l'ascesso dopo l'apertura. C'è una libera evacuazione di particelle necrotiche residue, fluido purulento.

  1. Metodo passivo: posizionamento di un tubo in PVC in una capsula, che facilita il deflusso del contenuto.
  2. Un metodo attivo di drenaggio in un ascesso è l'aspirazione di masse purulente utilizzando aspiratori medici, siringhe, creando un vuoto con doppi tubi dopo l'apertura. Il vantaggio della procedura è la possibilità di lavare la cavità con antisettici con evacuazione parallela di particelle necrotiche. Con frequenti manipolazioni, le strutture cellulari responsabili della guarigione della ferita postoperatoria vengono eliminate, il che aggrava le condizioni del paziente.

Il chirurgo determina il tipo di drenaggio richiesto.

Quanto dura un'incisione dopo un ascesso?

Il tasso di guarigione di una ferita postoperatoria dopo l'apertura di un ascesso è un indicatore che dipende da:

  • caratteristiche individuali di rigenerazione dovute all'ereditarietà, alla presenza di malattie croniche;
  • l'età del paziente - nei bambini, la guarigione è più facile che negli adulti o negli anziani;
  • localizzazione dell'ascesso: le formazioni sottocutanee si rigenerano più velocemente della suppurazione interna profonda;
  • il livello di protezione immunitaria: l'area interessata dopo l'apertura si rinnova più a lungo se il corpo è indebolito;
  • le dimensioni di un ascesso purulento: le ferite grandi guariscono più lentamente.

Quando vengono seguite le raccomandazioni del medico, l'area su cui si è verificato un ascesso viene fasciata regolarmente e la dieta viene seguita, la guarigione avviene più velocemente.

La prognosi del decorso della malattia

Con un accesso tempestivo ai soccorsi, il 99% dei pazienti guarisce dopo un'operazione di autopsia anche con localizzazioni difficili di ascessi: nel cervello, negli organi riproduttivi, nel fegato. Lo sfondamento del pus nei tessuti circostanti può complicare il decorso della patologia, che provocherà un risultato negativo: fenomeni ulcerativi o cicatrici.

Con forme di ascessi non trattate, suppurazioni in corso con inosservanza delle prescrizioni del medico dopo l'apertura chirurgica dell'ascesso, aumenta il rischio di cronicità, le recidive periodiche, che richiede una seconda operazione.

Trattamento di un ascesso aperto a casa. Come trattare?

Trattamenti efficaci per un ascesso già aperto che possono sostituire il drenaggio della ferita e aiutare a liberarsi più velocemente del pus.

Prima di tutto, sta assumendo antibiotici - poiché un ascesso è una malattia infiammatoria ed è incline alla suppurazione.

Se il gonfiore persiste dopo l'apertura, prendi anche antistaminici (contro le allergie), sebbene non vi sia alcuna reazione allergica - alleviano il gonfiore (senza di loro, ti senti molto meglio)

Se l'incisione è abbastanza grande, ovviamente è necessario il drenaggio - per il deflusso della linfa accumulata e della suppurazione.

L'igiene di questo luogo è obbligatoria:

  • Pretrattamento della ferita con perossido di idrogeno o clorexidina.
  • Asciugare la ferita con un tampone sterile (ma è meglio se è una garza e non un batuffolo di cotone - in modo che non rimangano villi)
  • Applicare un unguento sulla ferita (il balsamo di Vishnevsky, Levomekol si è dimostrato efficace)
  • Puoi usare la stessa diossidina con farmaci antimicrobici. Può essere utilizzato anche in soluzione per medicazioni (inumidire abbondantemente la garza e metterla sulla ferita e fissarla sopra)
  • Bene, la fase successiva è l'imposizione di una benda di fissaggio (è meglio usare cerotti speciali per ferite che non sono adesive), sembrano molto più esteticamente gradevoli e si attaccano meglio alla pelle. Puoi raccoglierli (sono di dimensioni) a seconda delle dimensioni della ferita in cui desideri applicare una benda.

L'ascesso ha sfondato cosa fare

Un ascesso è una formazione infiammatoria purulenta causata da batteri o virus patogeni. Appartiene alle malattie chirurgiche. Un ascesso può essere trattato in modo conservativo? Dov'è la causa di questa malattia e come viene aperto l'ascesso?

Le cause dell'ascesso

La causa di qualsiasi malattia purulenta è l'ingresso di un microbo patogeno in un organo danneggiato o indebolito, che, in condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi per rapida divisione cellulare. In questo momento, il corpo sta combattendo attivamente l'infiammazione e limita l'area infiammata. Appare una capsula purulenta.

I microrganismi si trovano in ogni persona sana e non sono pericolosi fino a quando la loro norma non viene superata o non compaiono condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'infiammazione. Molto spesso si accumulano sulle mucose del naso, degli occhi, della bocca, dei genitali. Ci sono congestioni all'interno dell'intestino.

I patogeni più comuni:

  • Staphylococcus aureus. È la causa dell'ascesso in più del 25%. Per identificarlo si usa la semina. Nel 60% dei casi di Staphylococcus aureus, l'infiammazione si verifica nella parte superiore del corpo.
  • Proteus mirabilis. Vive nell'intestino crasso. Rivelato dall'analisi microscopica delle feci. Molto spesso, gli ascessi causati da questo patogeno si diffondono nella parte inferiore del corpo..
  • Escherichia coli. Si trova anche nell'intestino ed è un componente della sua flora. Inizia ad agire attivamente durante il periodo di indebolimento del sistema immunitario e può provocare gravi malattie. È possibile anche un risultato letale.
  • A volte la causa di un ascesso può essere malattie precedenti: unghia incarnita, faringite, polmonite, tonsillite, osteomielite.
  • Spesso, la formazione di un ascesso è associata a procedure mediche (iniezioni, sistemi, interventi chirurgici), se non è stata osservata la sterilità.

Possibili esiti di ascessi:

  • Breakout verso l'esterno
  • Sfondamento all'interno (nella cavità addominale o nella cavità articolare)
  • Sfondamento negli organi (stomaco, intestino, bronchi o vescica)

Dopo la svolta, la dimensione della capsula purulenta diminuisce e l'ulcera inizia a cicatrizzare. Ma se le formazioni purulente non sono uscite completamente, il processo infiammatorio potrebbe ripresentarsi o addirittura diventare cronico.

La diagnosi di un ascesso esterno non è difficile e già all'esame, il medico fa un'ipotesi, la invia per un'analisi del sangue. Con un ascesso interno, oltre a un esame del sangue, può essere necessaria un'ecografia, un esame a raggi X o una tomografia computerizzata. Inoltre, per diagnosticare un ascesso nascosto, è possibile utilizzare un metodo di puntura, che a volte viene controllato mediante ultrasuoni.

Tipi di ascessi e sintomi

Ci sono più di 50 tipi di ascessi in totale. Differiscono nel luogo di localizzazione, nella causa dell'evento, nella natura della secrezione purulenta e nella gravità dell'infiammazione..

I tipi più comuni:

  • Anorettale. È localizzato nella parte anale del retto o direttamente nell'ano. La causa più comune è la paraproctite..
  • Apicale. Formata nell'area delle radici dei denti, molto spesso la causa è la parodontite.
  • Ascesso cerebrale. Localizzata nei tessuti cerebrali, la causa potrebbe essere lesioni alla testa e al cervello.
  • Piccante). Può manifestarsi su qualsiasi parte del corpo, è caratterizzato da un alto tasso di sviluppo, grave infiammazione e un forte deterioramento del benessere.
  • Ascesso polmonare. Si sviluppa nel polmone, il più delle volte è una complicanza della polmonite.
  • Ascesso epatico. È localizzato vicino all'organo o direttamente in esso e su di esso. Può essere causato da un'infezione o da una complicazione di una malattia del fegato.
  • Appendicolare. Molto spesso, la ragione sta nell'infiammazione dell'appendice..
  • Ascesso freddo. È localizzato su qualsiasi parte del corpo, di solito coprendo una piccola area. Un ascesso freddo è pericoloso perché si sviluppa molto lentamente. Abbastanza difficile da diagnosticare in anticipo.
  • Gas gangrenoso o gangrenoso. Il pus ha un carattere putrefattivo pronunciato, inodore e può contenere microbi che formano gas.

Sotto il diaframma. Il pus si accumula nell'area del diaframma, molto spesso la causa è una complicazione di pancreatite, colecistite, ulcera o trauma della cavità addominale.

Questi non sono tutti i tipi di ascessi, ma solo i più comuni. Ma i più comuni sono gli ascessi cutanei che sono localizzati in diverse parti del corpo..

Sintomi di ascesso cutaneo:

Rossore, dolore e gonfiore di una piccola area della pelle. Il dolore aumenta con l'attività fisica e la tosse. Questo periodo dura circa 5 giorni. Dopo 5 giorni, inizia ad apparire una testa purulenta della capsula, le sensazioni dolorose aumentano. La capsula può crescere per un tempo molto lungo, fino a 15 giorni..

La temperatura potrebbe aumentare.

A volte compaiono sintomi di intossicazione: nausea, debolezza, dolori muscolari e deterioramento del benessere generale.

Gli ascessi nascosti sono particolarmente pericolosi, poiché lo svuotamento della capsula avviene all'interno, il che può portare a conseguenze molto gravi. E anche l'aspetto di una formazione purulenta sul viso è particolarmente spiacevole, nel qual caso non può essere consentito uno sfondamento spontaneo e deve essere eseguita un'autopsia.

Apertura e drenaggio

Qualsiasi tipo di ascesso richiede un intervento chirurgico. Se l'ascesso ha più di 4 giorni e la testa della capsula è già matura, è semplicemente necessaria un'autopsia.

  • Trattamento dell'area dell'infiammazione con una soluzione antisettica.
  • Anestesia. Molto spesso viene utilizzato il trattamento con lidocaina, con forti sensazioni dolorose, è possibile utilizzare iniezioni locali.
  • Incisione del tessuto con un bisturi nell'area di maggiore infiammazione o testa purulenta.
  • Se il gonfiore non ha un rigonfiamento visibile, viene praticata l'incisione
  • la presumibile intersezione delle diagonali del tumore o all'intersezione della verticale con una linea orizzontale. Inoltre, a volte può essere utilizzato un ago per localizzare la capsula..
  • L'incisione non è più lunga di 2 cm.
  • Con l'aiuto di una siringa Hartmann, l'incisione viene espansa a 4-5 cm e allo stesso tempo i legamenti dell'ascesso vengono strappati.
  • L'ascesso viene svuotato. Nelle cliniche moderne viene utilizzata l'aspirazione elettrica. Ma la pulizia manuale è possibile.
  • Dopo aver rimosso il pus, la cavità viene esaminata con un dito per rimuovere i ponti e i tessuti rimanenti.
  • La cavità viene lavata con un antisettico.
  • Per il drenaggio, un tubo di gomma o tamponi imbevuti di antisettici ed enzimi vengono inseriti nella cavità dell'ascesso.
  • Dopo aver aperto e pulito la cavità, il trattamento viene eseguito in modo simile alle ferite purulente.
  • Trattamento con soluzione di cloruro di sodio o qualsiasi altra soluzione ipertonica, ad esempio acido borico.
  • L'uso di unguenti curativi, ad esempio, Vishnevsky, Tetraciclina, Neomicina. È importante che gli unguenti abbiano una base grassa o di vaselina. Altrimenti l'umidità verrà assorbita.

L'uso di unguenti contenenti antibiotici è buono. Questi includono Levomikol, Levosin, Mafenid. L'antibiotico va sulla ferita e accelera il processo di guarigione. È sufficiente bendare la ferita utilizzando questi unguenti una volta al giorno..

Il processo di apertura di un ascesso e trattamento di una ferita può variare, a seconda della posizione dell'infiammazione, della complessità e della negligenza della malattia. Contano anche le malattie esistenti, l'età e lo stato di salute del paziente. L'operazione stessa dura non più di 10 minuti, con ascessi esterni viene eseguita in regime ambulatoriale. Ma il trattamento della cavità e le cicatrici possono durare fino a un mese. In casi gravi, sarà richiesta la registrazione in un ospedale.

Trattamento ascesso

Con la diagnosi precoce e la malattia lieve, a volte viene praticato il trattamento dell'ascesso senza intervento chirurgico. Per fare ciò, è necessario cercare prontamente l'aiuto di uno specialista che prescriverà un trattamento completo. Sarà positivo se c'è l'opportunità di fare un esame completo e una diagnostica approfondita. Molto spesso, tale opportunità è disponibile in cliniche e centri che dispongono di un laboratorio multidisciplinare..

Per il trattamento di un ascesso senza intervento chirurgico, viene utilizzato un metodo di drenaggio guidato da ultrasuoni. Ha dimostrato di essere eccellente nel trattamento degli ascessi sulle ghiandole mammarie e alcuni nascosti sugli organi interni. La questione dell'utilizzo di questo metodo viene decisa individualmente e non è adatta in tutti i casi. Dopo tale trattamento, è necessario sottoporsi a un ciclo di assunzione di antibiotici. A volte potrebbe essere necessario assumere farmaci che rafforzano il sistema immunitario.

Se l'ascesso esterno si è aperto spontaneamente, è necessario rimuovere le formazioni purulente, pulire la ferita e trattare con soluzioni di permanganato di potassio o acido borico. Nei giorni successivi sarà richiesto il lavaggio regolare della ferita e l'imposizione di medicazioni. È meglio se lo fanno gli specialisti. Quando la temperatura aumenta, dovresti prendere un antipiretico.

Se un'ebollizione, un ascesso o un piccolo brufolo si sono aperti spontaneamente, puoi spremere il contenuto con le dita e trattare la ferita secondo lo schema sopra, assicurati di usare agenti cicatrizzanti. Ma in nessun caso dovresti massaggiare un ascesso profondo o provare ad aprire la capsula da solo. Tali azioni possono portare a complicazioni..

Oltre all'apertura e al trattamento della cavità ascessuale, possono essere necessarie trasfusioni di sangue o plasma. È prescritto a pazienti che hanno grandi infiammazioni interne. O quando la malattia si trasforma in una forma grave.

Il trattamento di un ascesso è piuttosto complicato, oltre all'apertura, sono necessari un'adeguata elaborazione e il rispetto delle norme sanitarie. La medicina alternativa può essere utilizzata come terapia aggiuntiva..

Rimedi popolari

Non fare affidamento interamente sulla medicina tradizionale. Ma potrebbero benissimo essere un'aggiunta al trattamento chirurgico degli ascessi esterni. Esistono molte piante e prodotti con effetti battericidi, cicatrizzanti e immunostimolanti che sono stati utilizzati per molti anni e sono abbastanza sicuri..

  • Erba di San Giovanni. Usa un infuso acquoso, una tintura di alcol o un estratto di olio. Ha un buon effetto antisettico e battericida, non è per niente che l'erba di San Giovanni è chiamata antibiotico naturale. Quando si trattano ascessi, impacchi, lozioni o semplicemente pulire l'area interessata.
  • Propoli. Un unguento curativo può essere preparato per trattare gli ascessi esterni. Inoltre cura bene tagli, ustioni, abrasioni e altri danni alla pelle. Per fare questo, prendi 100 gr. grasso interno sciolto e filtrato di qualsiasi animale, riscaldato a 70 gradi, aggiungere 10 gr. propoli e, mescolando continuamente, raffreddare. L'unguento viene conservato in frigorifero.
  • Echinacea Con un ascesso, è necessario il ripristino dell'immunità. La tintura di echinacea si adatta bene a questo compito. Puoi acquistarne uno già pronto in farmacia, prepararlo da solo o utilizzare analoghi, ad esempio Immunal. Per preparare la tintura, 1 parte della materia prima viene versata con 10 parti di vodka. Insistere per 2 settimane. Assumere 30 gocce per via orale prima dei pasti.
  • Aloe. Per il trattamento viene utilizzata la linfa pura della pianta. Va bene se la sua età è superiore a 3 anni e le foglie rimangono in frigorifero per diversi giorni. L'area interessata è imbrattata di succo o vengono preparate lozioni. Il succo mescolato in parti uguali con il miele funziona bene. È importante che non ci siano allergie.
  • Cipolla. Aiuta a curare l'ascesso non peggiore dell'aloe ed è presente in ogni casa. Ci sono molte ricette con le cipolle; questo ortaggio è abbastanza popolare nel trattamento delle formazioni purulente. La cipolla viene bollita nel latte di vacca, tagliata e applicata sul punto dolente. Puoi usare una cipolla cotta al forno. Il seguente impacco funziona bene: tritare la cipolla al forno, mescolare con miele e bendare l'ascesso.
  • Patate. È famoso per la sua azione di trazione. Le patate grattugiate sono legate a una formazione purulenta. Spesso puoi sentire tremori: questo ortaggio curativo pulisce la cavità dell'ascesso. Legare la massa di patate durante la notte.
  • Nella medicina popolare, un numero enorme di ricette per l'ascesso. Non dovresti usare prodotti di erbe poco conosciute o tasse complesse. Qualsiasi pianta può causare una reazione allergica che complicherà la situazione. Dovresti anche fare attenzione quando prendi i fondi all'interno. E in nessun caso cerca di curare gli ascessi da solo.

Possibili complicazioni

Se il trattamento viene avviato o eseguito in modo errato, l'ascesso può dare una complicazione. Molto spesso si tratta della diffusione dell'infezione ai tessuti vicini o dell'acquisizione di una forma cronica della malattia.

L'infezione di organi e tessuti adiacenti dipende dal tipo di ascesso. Per evitare ciò, è necessario cercare aiuto in tempo ed eseguire un'autopsia. È importante dopo di lui portare la questione al completo recupero..

L'ascesso cronico diventa se la malattia acuta non è completamente guarita. Con questa forma si forma una fistola profonda, che non può essere curata. Una svolta che si verifica all'interno di una cavità chiusa può causare meningite, peritonite, pericardite o artrite.

Fattori che influenzano la transizione da un ascesso acuto a una forma cronica:

  • Mancanza di drenaggio della cavità o prestazioni scadenti.
  • Di dimensioni troppo grandi (più di 4 cm) o numerose cavità su organi e tessuti interni.
  • Il risultato di un trattamento conservativo. Il più delle volte si verifica se il paziente rifiuta l'intervento chirurgico o si è auto-medicato.
  • Indebolimento dell'immunità.

Nel 20% dei casi, la causa della transizione di un ascesso a una forma cronica sono sostanze purulente residue. La causa del 30% delle complicanze è l'automedicazione e il rinvio tardivo agli specialisti. A differenza di un ascesso acuto, un ascesso cronico è difficile da trattare, influisce negativamente sui tessuti vicini e peggiora le condizioni generali.

Per prevenire gli ascessi, prima di tutto, è necessario osservare l'igiene e trattare tempestivamente i danni ai tessuti con mezzi speciali, ad esempio Miramistin si è dimostrato efficace. Inoltre, la cura adeguata della cavità orale e nasale è altrettanto importante, spesso sono le vie per l'ingresso delle infezioni. E, naturalmente, qualsiasi malattia, dal mal di gola alla carie, deve essere curata e non essere portatrice di agenti patogeni.

Nel video allegato puoi conoscere l'ascesso.

La puntura di un ascesso è obbligatoria nel 98% dei casi. È meglio se viene eseguito da specialisti e in conformità con gli standard sanitari. Un trattamento tempestivo aiuterà a evitare gravi conseguenze..

Un foruncolo sul corpo trasmette molte sensazioni spiacevoli e dolorose. La comparsa di ascessi non passa inosservata al sistema immunitario, che inizia a bombardare l'area interessata con globuli bianchi. In questo modo si forma il pus, che nel tempo si forma in una bacchetta necrotica sotto la pelle. Prima o poi, l'ebollizione viene aperta e liberata dal pus. Molto spesso, la suppurazione si apre da sola, quindi molte persone sono interessate a cosa fare quando l'ebollizione è scoppiata.

Fasi e sintomi di foruncoli

Il periodo medio di piena maturazione di un punto d'ebollizione è di circa 10 giorni. Durante questo periodo, la suppurazione passa attraverso le seguenti fasi di sviluppo.

Fase di infiltrazione

Innanzitutto, appare un infiltrato sulla zona interessata della pelle: questo è il luogo di edema, arrossamento e indurimento. L'area è molto dolorosa, causando disagio anche al contatto con gli indumenti, a volte prurito o formicolio. Il foruncolo in formazione aumenta gradualmente di dimensioni.

Stadio purulento-necrotico

Nel mezzo dell'edema si forma un'asta purulenta, la cui punta conica inizia a sporgere sopra la superficie dell'ebollizione. L'infiltrato diventa come un tumore solido. Il punto dolente aumenta, aumentano anche l'infiammazione del follicolo pilifero e la quantità di pus. L'asta purulenta si presenta come un berretto giallo sporco sopra l'alzavola e può raggiungere i 2-3 cm di diametro.

Il dolore si intensifica, a volte diventa insopportabile. La temperatura corporea dei pazienti aumenta, sentono malessere generale e stanchezza. La pelle che tiene l'asta si ammorbidisce gradualmente e si rompe. È così che esce il contenuto purulento dell'ebollizione, insieme al quale esce un fluido sanguinante sporco. Il paziente diventa molto più facile: il dolore si attenua, il gonfiore si attenua, la febbre passa e la temperatura corporea torna alla normalità.

Fase di guarigione

Dopo aver aperto la suppurazione, al suo posto rimane una ferita aperta, a volte piuttosto profonda. Il tempo di guarigione dipende dalle dimensioni della lesione. L'area dopo un piccolo ascesso richiede 3-4 giorni, una grande ebollizione richiederà più tempo per guarire.

L'ebollizione attraversa 3 fasi principali: infiltrazione, purulento-necrotica e fase di guarigione (dopo sfondamento).

A volte diverse bolle si fondono in un grande ascesso chiamato carbonchio. La formazione di un carbonchio è facilitata da gravi disturbi del sistema immunitario umano. Il processo patogeno si forma spesso a seguito di complicanze della follicolite da stafilococco.

Perché scoppia l'ebollizione

Il foruncolo si apre mentre matura. Sotto l'influenza dell'attività negativa degli stafilococchi, la radice dei capelli e la ghiandola sebacea situata accanto ad essa si sciolgono, l'area interessata aumenta. L'immunità umana non cessa di combattere i microrganismi estranei e la attacca con i globuli bianchi. Da questo momento, l'ebollizione può aprirsi in qualsiasi momento..

Il foruncolo inizia a scoppiare quando la quantità di pus raggiunge il suo massimo. Nella prima svolta dell'ascesso, le difese del corpo sono di grande importanza.

Dopo che l'ebollizione è scoppiata, è necessario liberare la ferita dal pus e trattare l'ascesso con agenti disinfettanti e antinfiammatori. Quando l'ebollizione è già esplosa, le condizioni del paziente migliorano in modo significativo.

Una raffica di ebollizione: cosa fare

Come trattare un'ebollizione che ha attraversato la pelle dopo la completa formazione? La cosa più importante in questa fase è il trattamento completo e tempestivo della ferita aperta. Se non gestisci la suppurazione, al posto dell'ebollizione puoi ottenere un nuovo problema..

Il trattamento prematuro di un ascesso aperto spesso porta a complicazioni come la foruncolosi grave. Questa malattia è caratterizzata dal fatto che i processi infiammatori purulenti possono diffondersi in tutto il corpo e, senza l'aiuto di potenti antibiotici, la foruncolosi non può essere curata.

È necessario assicurarsi attentamente che una bacchetta purulenta sia uscita dalla ferita. Idealmente, dopo aver aperto la suppurazione, l'asta fuoriesce completamente, ma per molte altre ore una piccola quantità di liquido può fuoriuscire dalla ferita. Successivamente, la ferita aperta deve essere lavata con alcool o perossido di idrogeno. È meglio elaborare il foruncolo aperto con tamponi di bendaggio immersi in preparazioni, movimenti dai bordi al centro. Quindi, con un nuovo tampone, tratta le aree sane della pelle intorno alla ferita.

Possibili conseguenze

Esistono numerose conseguenze negative di un'elaborazione e un trattamento impropri di un'ebollizione esplosiva:

  1. L'ebollizione è esplosa, ma non è stata trattata con farmaci disinfettanti e antibatterici. Esiste il pericolo reale che i microrganismi patogeni nel pus dall'ebollizione infettino le aree sane della pelle.
  2. La complicanza più pericolosa possibile dopo che l'ebollizione è esplosa è l'avvelenamento del sangue e la meningite purulenta. La suppurazione su viso, collo o testa deve essere trattata solo sotto controllo medico.

L'ebollizione interiore rappresenta una seria minaccia. Si trova negli strati profondi dell'epidermide e non cresce verso l'esterno, ma all'interno del corpo umano. È difficile per lui maturare e per molto tempo potrebbe non sfondare. Un foruncolo che cresce all'interno non può essere curato a casa: un chirurgo dovrebbe aiutare ad aprire tale suppurazione.

Quale medico contattare

Se un bambino o una donna incinta ha un problema, la visita a un istituto medico non può essere posticipata. In altri casi, a seconda delle dimensioni della suppurazione, del benessere del paziente, della sua età e di altre malattie concomitanti, il problema può essere trattato in ospedale oa casa..

Un piccolo foruncolo singolo può essere mostrato a un dermatologo o terapista.

Se l'ebollizione è esplosa, sarà meglio trattarla in una sala chirurgica. La visita dal chirurgo non può essere rimandata. Entro poche ore, tutto il pus di solito lascia la ferita e il debridement non avrà più senso..

Antisettici per estrarre il pus

Puoi trattare un'ebollizione esplosiva con agenti antisettici dopo aver disinfettato una ferita aperta con perossido di idrogeno. È meglio usare preparati a base di olio: aiutano la ferita a guarire più velocemente.

Un elenco di rimedi che sono davvero efficaci per combattere il pus bollente:

  • pasta disinfettante Levomekol;
  • unguenti anti-infiammatori - Levosin, Levomethyl, Dioxycol, Vishnevsky unguento, Ichthyol;
  • unguenti antimicrobici - Tetraciclina, Lincomicina, Baneocina;
  • stimolanti che aiutano l'ulteriore rigenerazione della pelle - Actovegin, Solcoseryl.

Questi farmaci hanno proprietà antisettiche e curative. I chirurghi consigliano di realizzare tamponi di garza di cotone, sui quali viene applicato un unguento e applicato al foruncolo rotto. Il tampone dovrebbe adattarsi perfettamente alla ferita, ma non esercitare pressione su di essa. In media, le compresse con unguento devono essere eseguite entro 2-4 giorni dall'apertura..

Un avvertimento importante: molti farmaci non sono categoricamente adatti per il trattamento di piccoli pazienti con foruncoli.

Cosa fare se è scoppiata un'ebollizione su viso, collo, orecchio o naso? In questi casi, devi immediatamente andare dal chirurgo. Ritardare una visita dal medico porterà a gravi complicazioni.

Rimedi popolari per la guarigione

Se un'ebollizione è esplosa a casa e non ci sono preparati farmacologici a portata di mano, rimedi così semplici alleviano perfettamente l'infiammazione:

  1. Foglia di aloe. La parte morbida della pianta senza una crosta densa deve essere applicata all'ebollizione appena scoppiata. Fissare l'area interessata con foglia di aloe con una benda di garza. È necessario cambiare l'impacco dopo 4 ore.
  2. Baffi dorati tagliuzzati. Una foglia pulita della pianta viene schiacciata in pappa e posta su una garza, che viene coperta di suppurazione. Un nuovo impacco dovrebbe essere messo in 3-4 ore.

Cosa fare dopo per far guarire più velocemente l'ebollizione? Puoi usare impacchi dalle radici di bardana, celidonia, tanaceto, lubrificare la ferita con olio di abete rosso, chiodi di garofano, camomilla o erba di San Giovanni.

Misure proibite

Il problema non sarà risolto se il paziente non segue semplici consigli:

  • non puoi aprire l'ascesso da solo: l'apertura prematura o inetta della suppurazione porterà a gravi complicazioni;
  • un ascesso scoppiato non deve essere strofinato o provato a spremere un nucleo purulento, il contenuto dell'ebollizione dovrebbe lasciare il corpo da solo;
  • evitare l'impatto meccanico sull'ebollizione esplosiva: il paziente deve cercare di non esercitare pressione sull'ebollizione;
  • gli antibiotici dovrebbero essere presi solo su consiglio di un medico;
  • non puoi nuotare o bagnare un punto d'ebollizione.

Tali azioni possono causare un nuovo sviluppo di batteri al centro dell'attenzione o provocare sepsi..

Quanto guarisce un'ebollizione dopo che si è aperta

È necessario trattare il sito dell'ascesso per altri 3-5 giorni. Il periodo di guarigione dipende dalle dimensioni dell'ebollizione, dalla capacità del corpo di rigenerare il tessuto danneggiato, dall'età del paziente e dalla posizione della ferita. Piccole bolle guariscono entro 2 settimane, mentre le lesioni grandi possono richiedere fino a 1 mese per guarire.

Le suppurazioni aperte con un bisturi a volte lasciano piccole cicatrici. In futuro, puoi sbarazzarti delle cicatrici con l'aiuto di creme speciali..

Perché gli ascessi non aperti sono pericolosi?

Se la malattia si trascina e dopo 10-12 giorni non si verifica la dissezione della suppurazione, è necessario chiedere aiuto a un chirurgo. Esiste il pericolo che l'infezione possa entrare nel sangue e negli organi interni di una persona. Come risultato di una formazione purulenta che non può venire fuori, spesso si sviluppano problemi come avvelenamento del sangue e meningite purulenta. Il pericolo principale di un ascesso non aperto è che il suo agente patogeno coinvolge facilmente i tessuti circostanti nel processo infiammatorio. Ad esempio, bolle sulle mani possono provocare malattie come la linfoadenite o la linfangite..

A volte il sigillo si congela durante lo sviluppo e si trasforma in un grumo duro che non ha modo di sfondare. In questi casi, il chirurgo esegue un'incisione per rimuovere il foruncolo congelato..

Cosa fare per far scoppiare l'ebollizione

L'ebollizione è matura e il suo contenuto è pronto per uscire. Cosa si dovrebbe fare in modo che sfonda in modo tempestivo e senza complicazioni? Il rispetto delle raccomandazioni del medico aiuterà a maturare e superare la suppurazione:

  • trattamento tempestivo con soluzioni antisettiche e disinfettanti;
  • applicare unguenti che contribuiscono al rilascio precoce di pus, ad esempio, applicare un impacco con un unguento Ichthyol;
  • l'uso di medicazioni che proteggono la ferita aperta dai germi circostanti.

I moderni preparati farmacologici, con un uso tempestivo, aiutano a evitare gravi conseguenze dall'ebollizione. Tuttavia, si dovrebbe cercare di prevenire inizialmente la comparsa di ascessi sul corpo. Il modo migliore è sempre prevenire la malattia - seguendo le regole dell'igiene personale, rafforzando il sistema immunitario, uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

Gli ascessi o gli ascessi in diverse aree della pelle hanno diverse fasi di sviluppo. Quando l'ascesso matura, le masse purulente si accumulano nella sua cavità ei sintomi di intossicazione sono espressi in modo abbastanza forte.

Le condizioni di una persona sono alleviate quando un ascesso su un dito o altrove si apre verso l'esterno e ne esce il pus. Cosa applicare a un ascesso per sfondare? Cercheremo di rispondere a questa domanda popolare..

Ascesso di autopsia

Alcuni pazienti chiedono: "Come aprire correttamente un ascesso?" È vietato aprire un ascesso a casa. Questo evento può causare gravi complicazioni..

Un'autopsia può causare tali complicazioni:

  • Foruncolosi della pelle.
  • Formazione di ascessi secondari.
  • Introduzione del secondo patogeno nella zona di infezione.
  • Trombosi del seno cavernoso con localizzazione di un ascesso sul viso.
  • Sepsi: portare l'agente patogeno nel sangue.

Poiché l'autopsia non dovrebbe essere consentita a casa, dovresti cercare l'aiuto chirurgico di uno specialista.

I piccoli ascessi possono essere trattati in modo conservativo. Per "rompere" l'ascesso, usa uno dei seguenti farmaci:

  • Unguento Ichthyol.
  • Levomekol.
  • Unguento di Vishnevsky.
  • Baneocin.

Cosa fare se i fondi non sono a portata di mano? Alcuni aderenti alle terapie tradizionali consigliano numerose ricette per la medicina alternativa.

Unguento Ichthyol

L'ascesso matura più velocemente quando si utilizza il popolare unguento di ittiolo. Questo farmaco contiene la sostanza ichtammol. Lo strumento ha una serie di effetti positivi:

  • Uccide i batteri nell'area dell'infiammazione.
  • Irrita i recettori nervosi, che riduce la sensibilità e riduce il dolore.
  • Provoca la denaturazione delle proteine, che contribuisce all'accumulo di masse purulente.
  • Molto ben assorbito dalla pelle e dalle mucose, che consente al farmaco di penetrare negli ascessi chiusi.

Come rimuovere un ascesso usando l'unguento di ittiolo? È necessario applicarlo esternamente 2 volte al giorno. L'effetto è migliorato quando il prodotto viene applicato sotto una benda sterile.

Una controindicazione all'uso è un'allergia al principio attivo, in altri casi è possibile applicare tranquillamente il medicinale per via topica sulla pelle.

Levomekol

Se l'ascesso non si rompe da solo, puoi usare l'unguento Levomekol. Questo farmaco contiene l'antibiotico cloramfenicolo e l'agente antimicrobico metiluracile.

A causa dell'azione combinata di due potenti agenti, si ottiene un rapido effetto terapeutico:

I piccoli ascessi non devono essere aperti da un medico se si ha a portata di mano questo unguento antibatterico.

Levomekol estrae bene il pus se lo usi come segue:

  1. Applicare una piccola striscia di unguento su una benda sterile piegata più volte.
  2. Applicalo al sito dell'infiammazione.
  3. Una piccola benda asettica viene applicata sopra.
  4. La medicazione viene eseguita quotidianamente.
  5. La benda di trazione non deve bagnarsi e sporcarsi.

Se hai un ascesso di grandi dimensioni, dovresti consultare un medico.

Unguento di Vishnevsky

Uno dei migliori rimedi che aiuta a sfondare un ascesso è l'unguento di Vishnevsky. Questa sostanza con un odore caratteristico contiene catrame di betulla, olio di ricino e xeroformio. Il farmaco occupa una posizione intermedia tra medicina e rimedio popolare. L'unguento è stato sviluppato da un medico ed è stato a lungo utilizzato in medicina.

La proprietà principale grazie alla quale il farmaco viene utilizzato per l'ascesso è la capacità dell'unguento di accumulare pus. Il medicinale agisce non solo sui microbi e li uccide, ma anche sulle proteine ​​della pelle. Sotto l'influenza del farmaco, l'ascesso si apre rapidamente e il pus esce dalla pelle.

Usa il rimedio per la suppurazione come segue:

  1. L'unguento viene applicato su un quadrato di garza e applicato sul sito dell'infiammazione.
  2. La medicazione asettica viene applicata sopra.
  3. La benda dovrebbe essere cambiata 2 volte al giorno..
  4. Rimuovere la benda se si sporca o si bagna.
  5. Evita di applicare una grande quantità di prodotto che saturerà la medicazione fino in fondo.
  6. Se non cambi la medicazione per molto tempo, l'unguento si seccherà e si formerà una crosta sopra l'infiammazione..
  7. Tale medicazione può essere rimossa solo dopo che la crosta è stata inumidita con una soluzione di clorexidina..

Se ci sono diversi foruncoli sulla pelle, vale la pena contattare uno specialista qualificato.

Baneocin

Gli ascessi sono anche ben aperti durante il trattamento con un unguento antibatterico popolare - Baneocin. Il farmaco è composto da due antibiotici: bacitracina e neomicina. Queste sostanze sopportano bene l'ebollizione sia nella fase di maturazione che se scoppia sulla superficie della pelle.

Lo strumento viene utilizzato come segue:

  • Applicare sulla zona della pelle interessata 4 volte al giorno.
  • Può essere indossato sotto una benda per prolungare l'effetto del prodotto.
  • Il prodotto non deve essere lavato via con acqua, è necessario attendere che il farmaco venga assorbito.

Il farmaco viene assorbito attivamente nel flusso sanguigno e ha una serie di controindicazioni. È necessario leggere le istruzioni prima dell'uso. In particolare, viene utilizzato con grande cautela durante la gravidanza e l'allattamento..

Rimedi popolari

Molti pazienti preferiscono utilizzare metodi di trattamento principalmente tradizionali. I guaritori consigliano di utilizzare le seguenti ricette per aprire gli ascessi:

  • Le cipolle al forno vengono applicate all'ascesso e fissate con una benda.
  • Uso del sapone da bucato: la benda viene insaponata e fissata durante la notte.
  • Il sapone da bucato è mescolato con cera d'api, miele e olio vegetale. Riscaldato e applicato come un unguento.
  • Le foglie di ficus interne vengono fatte scorrere in un tritacarne, applicate all'ascesso e fissate con una benda.
  • Il succo di aloe viene spremuto sulla superficie della pelle e fissato sotto la benda fino a 3 volte al giorno.
  • La tintura alcolica di aglio aiuta l'ascesso a sfondare con l'uso regolare.

Queste e molte altre ricette dei guaritori tradizionali dovrebbero essere applicate dopo aver consultato un medico..

Cosa fare se scoppia un ascesso?

Quando è stato possibile estrarre il contenuto dell'ascesso, è necessario eseguire una serie di misure che aiuteranno ad accelerare la guarigione. Questi includono:

  1. Rimozione di masse purulente con una turunda o un tovagliolo sterile.
  2. Lavare la ferita con una soluzione antisettica: clorexidina o perossido di idrogeno.
  3. Uso di unguenti antibatterici. Puoi usare Baneocin e Levomekol. Questi fondi possono essere sostituiti con altri alternativi, in questo periodo il grado di assorbimento del farmaco nella pelle non è così importante.
  4. Applicazione di una medicazione asettica alla ferita e una medicazione regolare. Previene l'infezione secondaria.

Se le condizioni di una persona peggiorano, compaiono sintomi di intossicazione e febbre, consultare un medico.