Rimedi popolari, medicinali, unguenti per il trattamento del mollusco contagioso

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Il mollusco contagioso è una dermatosi infettiva causata da un virus del vaiolo e si manifesta con la formazione di piccoli noduli densi sulla pelle con una depressione ombelicale al centro. La malattia è abbastanza diffusa tra bambini e adulti, poiché si trasmette per contatto e sessualmente. La malattia, di regola, si auto-cura entro 6-24 mesi e quindi non richiede sempre un trattamento. Il mollusco contagioso non rappresenta un rischio per la salute, ma crea difetti estetici visibili che molte persone vogliono eliminare con il trattamento, senza aspettare che l'eruzione si risolva da sola.

Caratteristiche generali della malattia

Il mollusco contagioso è anche chiamato mollusco contagioso, mollusco epiteliale o epitelioma contagioso. La malattia è un'infezione virale in cui è colpita la pelle. Il virus entra nelle cellule dello strato basale dell'epidermide e provoca una divisione accelerata delle strutture cellulari, a seguito della quale si formano piccoli noduli di crescita di forma arrotondata con una depressione ombelicale al centro sulla superficie della pelle. L'approfondimento nella parte centrale del nodulo si forma a causa della distruzione delle cellule epidermiche. Le escrescenze stesse contengono particelle virali e un gran numero di cellule epidermiche localizzate in modo caotico.

Il mollusco contagioso è una malattia benigna e non appartiene alle formazioni tumorali, poiché la formazione e la crescita dei noduli è causata dall'effetto del virus su una piccola area specifica della pelle. Non c'è processo infiammatorio nell'epidermide nelle zone di crescita dei noduli di mollusco contagioso.

Il mollusco contagioso è abbastanza diffuso nella popolazione e le persone di qualsiasi età e sesso si ammalano. Tuttavia, il più delle volte l'infezione si verifica nei bambini di età compresa tra 2 e 6 anni, negli adolescenti e nelle persone di età superiore ai 60 anni. I bambini di età inferiore a un anno non vengono quasi mai infettati dal mollusco contagioso, che molto probabilmente è dovuto alla presenza di anticorpi materni trasmessi al bambino attraverso la placenta durante lo sviluppo intrauterino.

Le persone con un sistema immunitario indebolito sono maggiormente a rischio di contrarre il mollusco contagioso, ad esempio le persone con HIV, i malati di cancro, i soggetti allergici che soffrono di artrite reumatoide e assumono citostatici o ormoni glucocorticoidi. Inoltre, vi è un alto rischio di infezione in coloro che sono costantemente a contatto con la pelle di un gran numero di persone, ad esempio massaggiatori, infermieri, medici, infermieri di ospedali e cliniche, istruttori di piscine, bagnini, ecc..

Il mollusco contagioso è molto diffuso, cioè in qualsiasi paese e zona climatica è possibile l'infezione con questa infezione. Inoltre, nelle regioni con clima caldo e umido, oltre che con un basso livello di igiene domestica quotidiana, si registrano addirittura epidemie e focolai di mollusco contagioso..

La malattia è causata da un orthopoxvirus, che appartiene alla famiglia Poxviridae, sottofamiglia Chordopoxviridae e genere Molluscipoxvirus. Questo virus è correlato al vaiolo, alla varicella e ai virus del vaccino. Attualmente, sono state isolate 4 varietà di orthopoxvirus (MCV-1, MCV-2, MCV-3, MCV-4), ma il mollusco contagioso è più spesso causato da virus di tipo 1 e 2 (MCV-1, MCV-2).

Il virus del mollusco contagioso viene trasmesso da una persona malata a una persona sana attraverso contatti ravvicinati (pelle a pelle), nonché indirettamente quando si utilizzano oggetti domestici comuni, ad esempio docce, biancheria intima, piatti, giocattoli, ecc. Negli adulti, l'infezione da mollusco contagioso, di regola, avviene attraverso il contatto sessuale, mentre il virus infetta un partner sano non attraverso le secrezioni genitali, ma attraverso lo stretto contatto dei corpi. Ecco perché negli adulti molto spesso i noduli del mollusco contagioso si trovano all'inguine, sull'addome inferiore, nel perineo e anche sull'interno delle cosce..

Tuttavia, è stato ormai stabilito che molte persone, anche se infette, non contraggono il mollusco contagioso, che è dovuto alle peculiarità del funzionamento del sistema immunitario, che non consente al virus di moltiplicarsi, ma lo sopprime e lo distrugge, impedendo che l'infezione si attivi..

Dal momento in cui il virus del mollusco contagioso entra nella pelle di una persona sana alla comparsa dei noduli, ci vogliono da 2 settimane a sei mesi. Di conseguenza, il periodo di incubazione dell'infezione va da 14 giorni a 6 mesi..

Dopo la fine del periodo di incubazione, la malattia entra in una fase attiva, in cui compaiono sulla pelle noduli sporgenti densi di forma sferica o ovale e di varie dimensioni - da 1 a 10 mm di diametro. A volte la fusione dei noduli può formare placche giganti fino a 3-5 cm di diametro. I noduli di mollusco contagioso sono densi, lucenti, bianchi perlati, rosa o grigio-gialli. Alcuni noduli possono presentare una depressione ombelicale rosa-rossastra al centro. Tuttavia, tali depressioni di solito non sono presenti in tutti i noduli, ma solo nel 10-15%. Quando si preme sul nodulo con una pinzetta, ne esce una massa pastosa bianca, che è una miscela di cellule epidermiche morte e particelle virali.

I noduli aumentano lentamente di dimensioni, raggiungendo un massimo di 6-12 settimane dopo la comparsa. Dopo questo, le formazioni non crescono, ma gradualmente muoiono, a seguito delle quali scompaiono da sole dopo 3-6 mesi.

Il numero di eruzioni cutanee può essere diverso: da singoli noduli a numerose papule. A causa del fatto che l'autoinfezione è possibile, il numero di noduli può aumentare nel tempo, poiché una persona stessa diffonde il virus lungo la pelle.

Di solito i noduli di mollusco contagioso sono concentrati in una qualsiasi area limitata della pelle e non sono sparsi in tutto il corpo, ad esempio sotto le ascelle, sull'addome, sul viso, all'inguine, ecc. Molto spesso, i noduli sono localizzati sul collo, sul tronco, sulle ascelle, sul viso e sull'area genitale. In rari casi, gli elementi del mollusco contagioso sono localizzati sul cuoio capelluto, sulle piante dei piedi, sulla pelle delle labbra, sulla lingua e sulla mucosa delle guance..

La diagnosi del mollusco contagioso non è difficile, poiché l'aspetto caratteristico dei noduli consente di riconoscere la malattia senza utilizzare tecniche aggiuntive.

Il trattamento del mollusco contagioso non viene eseguito in tutti i casi, poiché di solito entro 6-9 mesi i noduli guariscono da soli e non si formano più. In rari casi, l'autoguarigione viene ritardata per un periodo da 3 a 4 anni. Tuttavia, se una persona desidera sbarazzarsi dei noduli senza attendere l'autoguarigione, le formazioni vengono rimosse in vari modi (raschiatura meccanica con un cucchiaio di Volkmann, cauterizzazione con un laser, azoto liquido, corrente elettrica, ecc.). Di solito, la rimozione dei noduli di mollusco è raccomandata per gli adulti in modo che non fungano da fonte di infezione per gli altri. Ma nel caso della malattia di un bambino, i dermatovenerologi raccomandano molto spesso di non trattare l'infezione, ma di aspettare che i noduli passino da soli, perché qualsiasi procedura per rimuovere le formazioni è stress per il bambino.

Mollusco contagioso - foto

Foto di mollusco contagioso nei bambini.

Foto del mollusco contagioso negli uomini.

Foto di mollusco contagioso nelle donne.

Cause della malattia (virus del mollusco contagioso)

La causa del mollusco contagioso è un microrganismo patogeno - orthopoxvirus della famiglia Poxviridae del genere Molluscipoxvirus. Questo virus è diffuso e infetta persone di qualsiasi età e sesso, a causa del quale la popolazione di tutti i paesi è malata di mollusco contagioso..

Attualmente sono note 4 varietà di orthopoxvirus, designate con abbreviazioni latine: MCV-1, MCV-2, MCV-3 e MCV-4. La causa del mollusco contagioso nei paesi dell'ex Unione Sovietica è spesso il primo e il secondo tipo di virus: MCV-1 e MCV-2. Inoltre, nei bambini, il mollusco contagioso, di regola, è provocato dall'ortopoxvirus di tipo 1 (MCV-1) e negli adulti dal virus di tipo 2 (MCV-2). Questa situazione è dovuta al fatto che il virus di tipo 1 viene trasmesso principalmente per contatto e indirettamente, attraverso oggetti condivisi, e il virus di tipo 2 viene trasmesso attraverso il contatto sessuale. Tuttavia, tutti i tipi di virus causano le stesse manifestazioni cliniche..

Modi di trasmissione

Il mollusco contagioso si trasmette solo da persona a persona, poiché gli animali non soffrono di questa malattia infettiva e non sono portatori di virus.

La trasmissione del virus del mollusco contagioso avviene da una persona malata a un nucleo familiare sano, mediata dal contatto, sessualmente e attraverso l'acqua. La trasmissione per contatto familiare è l'infezione di una persona sana attraverso il contatto con la pelle di un bambino o di un adulto affetto da mollusco contagioso. Di conseguenza, qualsiasi contatto tattile (ad esempio, abbracciarsi, stringersi la mano, abbracciarsi strettamente durante le ore di punta sui mezzi pubblici, massaggi, lotta, boxe, allattamento, ecc.) Con una persona affetta da mollusco contagioso può portare infezione con questa infezione di qualsiasi persona sana, indipendentemente dall'età e dal sesso.

La via di trasmissione per contatto indiretto del mollusco contagioso è la più comune e consiste nell'infettare persone sane toccando oggetti domestici comuni, sui quali sono rimaste particelle virali dopo essere state utilizzate da una persona affetta da un'infezione. Cioè, l'infezione può verificarsi attraverso giocattoli, posate, piatti, biancheria da letto e biancheria intima, tappeti, tappezzeria di mobili, asciugamani, salviette, rasoi e qualsiasi altro oggetto con cui una persona con mollusco contagioso è entrata in contatto. A causa della possibilità di infezione indiretta in gruppi vicini, in particolare nei bambini, i focolai della malattia si verificano sporadicamente, quando quasi l'intero gruppo è infetto.

La via sessuale di trasmissione del mollusco contagioso è caratteristica solo per gli adulti che hanno contatti sessuali non protetti (senza preservativo). Con questa via di trasmissione, i noduli si trovano sempre nelle immediate vicinanze o nell'area genitale.

La via di trasmissione dell'acqua può essere condizionatamente attribuita al contatto indiretto, poiché in questo caso una persona affetta da mollusco contagioso introduce nell'ambiente acquatico particelle virali che possono essere "captate" da qualsiasi altra persona a contatto con la stessa acqua. Questa via di trasmissione consente di contrarre il mollusco contagioso quando si visitano piscine, bagni, saune, attrazioni acquatiche, ecc..

Inoltre, in una persona che è già malata di mollusco contagioso, l'autoinfezione è possibile attraverso l'attrito e il graffio della pelle..

Indipendentemente dalla via di trasmissione, il decorso e le manifestazioni cliniche del mollusco contagioso sono sempre gli stessi.

Non tutti i casi di esposizione al virus provocheranno infezioni, poiché alcune persone sono immuni a questa infezione. Cioè, anche se una persona immune al mollusco contagioso entra in contatto con il virus, non verrà infettata e non svilupperà un'infezione. Tutte le altre persone che vengono a contatto con il virus vengono infettate e sviluppano segni clinici.

I più vulnerabili e suscettibili all'infezione da mollusco contagioso sono le persone con una ridotta attività del sistema immunitario, come, ad esempio, le persone con infezione da HIV che assumono ormoni glucocorticoidi, le persone di età superiore ai 60 anni, ecc..

Mollusco contagioso - sintomi

Il decorso della malattia

Dal momento dell'infezione da mollusco contagioso fino alla prima comparsa dei sintomi clinici, occorrono da 2 a 24 settimane. Dopo la fine del periodo di incubazione, sull'area della pelle su cui è stato introdotto il virus del mollusco contagioso compaiono piccoli noduli densi e indolori di dimensioni comprese tra 1 e 3 mm di diametro. Questi noduli aumentano lentamente di dimensioni fino a 2-10 mm di diametro entro 6-12 settimane, dopodiché scompaiono da soli entro 6-12 settimane. In totale, dal momento in cui compaiono i primi noduli fino alla loro completa scomparsa, passano in media 12-18 settimane, ma in alcuni casi la malattia può procedere molto più a lungo - da 2 a 5 anni. Dopo il recupero dal mollusco contagioso, si sviluppa un'immunità permanente, quindi la reinfezione si verifica solo in casi eccezionali..

Tuttavia, fino a quando tutti i noduli sulla pelle non sono scomparsi, è possibile l'autoinfezione quando si gratta o si sfrega la pelle colpita su quelle sane. In questo caso, nuovi noduli di mollusco contagioso compaiono sulla zona della pelle appena infetta, che crescerà anche entro 6-12 settimane, dopodiché si involveranno indipendentemente per 12-18 settimane. Di conseguenza, il periodo approssimativo di auto-guarigione dovrebbe essere contato aggiungendo 18 mesi alla data di comparsa dell'ultimo nodulo..

Il mollusco contagioso è una malattia benigna che tende a scomparire da sola, senza alcun trattamento speciale, non appena il sistema immunitario sopprime l'attività del virus. Le eruzioni cutanee, di regola, non infastidiscono una persona, poiché non fanno male o prurito, ma sono principalmente solo un problema estetico. Inoltre, il virus non si diffonde attraverso il sangue o la linfa in tutto il corpo e non colpisce altri organi e sistemi, a seguito della quale il mollusco contagioso è una malattia sicura, che è molto spesso per questo motivo si consiglia di non trattare con mezzi speciali, ma semplicemente attendere che la propria immunità non uccida il virus e, di conseguenza, i noduli non scompariranno.

Tuttavia, spesso le persone non vogliono aspettare che i noduli del mollusco contagioso passino da soli, ma vogliono rimuoverli per ragioni estetiche, o per non essere fonte di infezione per gli altri. In questi casi, è necessario essere mentalmente preparati al fatto che dopo la rimozione dei noduli esistenti ne appariranno di nuovi, poiché solo il processo di distruzione delle eruzioni cutanee non influisce sull'attività del virus nello spessore della pelle e fino a quando il proprio sistema immunitario non lo sopprime, il microrganismo patogeno può causare nuovamente la formazione di noduli e di nuovo.

Dopo la scomparsa spontanea dei noduli di mollusco contagioso, sulla pelle non rimangono tracce di cicatrici o cicatrici e solo in rari casi si possono formare piccole aree di depigmentazione. Se i noduli del mollusco contagioso sono stati rimossi con vari metodi, allora possono formarsi piccole e sottili cicatrici nel sito della loro localizzazione..

A volte la pelle intorno ai noduli del mollusco contagioso si infiamma, nel qual caso è necessaria l'applicazione topica di pomate antibiotiche. La comparsa di un nodulo sulla palpebra è un problema e un'indicazione per la sua rimozione, poiché la crescita della formazione può portare a disturbi visivi e perdita dei follicoli piliferi delle ciglia.

Se una persona ha noduli di mollusco contagioso in gran numero, in diverse parti del corpo, o sono molto grandi (più di 10 mm di diametro), questo può indicare immunodeficienza. In questi casi, si consiglia di contattare definitivamente un immunologo per correggere lo stato immunitario..

Sintomi del mollusco contagioso

Il principale e unico sintomo del mollusco contagioso, che può essere visto ad occhio nudo, sono i caratteristici noduli che sporgono sopra la superficie della pelle. I noduli possono essere localizzati ovunque sulla pelle, ma molto spesso si formano formazioni su viso, collo, parte superiore del torace, ascelle, mani e avambracci, sull'addome inferiore, sull'interno coscia, sul pube, intorno all'ano e sulla pelle in area genitale. Tuttavia, nonostante un'ampia gamma di opzioni per la localizzazione dei noduli di mollusco contagioso, di regola, tutte le formazioni sono sempre raggruppate in una sola area della pelle. Ad esempio, i noduli possono essere localizzati sul collo, sul viso o sull'addome, ma tutte le formazioni sono raggruppate in una sola area e sono assenti su altre parti del corpo. Inoltre, di solito tutti i noduli del mollusco contagioso si trovano nell'area della pelle in cui è penetrato il virus dell'infezione. In rari casi, i noduli possono essere localizzati in modo casuale in tutto il corpo..

I noduli non appaiono uno alla volta e gradualmente, ma quasi contemporaneamente si formano diverse formazioni, che iniziano a crescere lentamente. Di regola compaiono da 5 a 10 noduli, ma in alcuni casi il loro numero può raggiungere diverse decine.

Al momento della comparsa, i noduli sono piccoli, 1 - 2 mm di diametro, ma entro 6 - 12 settimane crescono fino a 2 - 10 mm. A volte alcuni elementi possono crescere fino a 15 mm di diametro e di solito ci sono noduli di dimensioni diverse sulla pelle, ma lo stesso aspetto. Se le formazioni di mollusco contagioso si trovano una vicino all'altra, possono fondersi, formando una superficie irregolare gigante fino a 5 cm di diametro. Tali nodi giganti possono infiammarsi e suppurare, a seguito dei quali si formano croste e ulcere sulla loro superficie..

In qualsiasi fase della crescita, i noduli sporgono sopra la superficie della pelle, hanno una forma superiore emisferica e leggermente appiattita, bordi lisci, consistenza densa e sono dipinti in un colore bianco perla o rosa pallido. Inoltre, all'inizio della malattia, le formazioni hanno la forma di una cupola, una consistenza molto densa e un colore un po 'più chiaro della pelle circostante, e nel tempo diventano morbide, acquisiscono la forma di un semicerchio e il colore può cambiare in rosato. Spesso i noduli possono avere una lucentezza cerosa. Poche settimane dopo l'apparizione nella parte centrale delle formazioni, compare una depressione simile all'ombelico. Quando i noduli vengono schiacciati dai lati, una massa pastosa bianca viene rilasciata dall'apertura ombelicale, contenente cellule morte dell'epidermide e particelle virali.

I noduli sono lisci e di colore leggermente diverso dalla pelle circostante. La pelle attorno alle lesioni è solitamente invariata, ma a volte un bordo infiammatorio è fissato attorno al perimetro dei noduli. Le formazioni non infastidiscono una persona, poiché non fanno male, non provocano prurito e, in linea di principio, potrebbero non essere affatto notate se sono localizzate in aree della pelle che di solito sono coperte da indumenti e non sono visibili. In rari casi, i noduli possono prudere sporadicamente. In questi momenti, è molto importante frenare e non graffiare la formazione, poiché graffi e traumi ai noduli possono portare al successivo trasferimento del virus ad altre aree della pelle. In tali situazioni, si verifica l'autoinfezione e si formano elementi di mollusco contagioso su un'altra area della pelle, in cui è stato introdotto il virus. Va ricordato che fino alla scomparsa dell'ultimo nodulo, il mollusco contagioso rimane infettivo.

Con la localizzazione dei noduli sulle palpebre, il mollusco contagioso può portare a congiuntivite.

Il quadro clinico descritto del mollusco contagioso è una forma classica di infezione. Tuttavia, oltre a ciò, la malattia può procedere nelle seguenti forme atipiche, che differiscono dai classici segni morfologici dei noduli:

  • Forma gigante: i singoli noduli formano 2 cm di diametro o più.
  • Forma peduncolare: i noduli grandi e grandi sono formati dalla fusione di piccoli noduli ravvicinati. Inoltre, nodi così grandi sono attaccati alla pelle invariata con una gamba sottile, cioè sembrano appesi alla pelle.
  • Forma generalizzata: si formano diverse dozzine di noduli, sparsi su tutta la superficie della pelle del corpo. Forma miliare - i noduli sono molto piccoli, meno di 1 mm di diametro, somiglianti all'aspetto milia ("milia").
  • Forma ulcerosa-cistica: i nodi grandi si formano fondendo diversi piccoli, la cui superficie si forma su di essa si formano ulcerazioni o cisti.

Indipendentemente dalla forma del mollusco contagioso, il decorso dell'infezione è lo stesso e le differenze riguardano solo le caratteristiche morfologiche dei noduli.

Mollusco contagioso: caratteristiche dell'eruzione cutanea, infezione, periodo di incubazione, sintomi, quarantena, conseguenze (opinione di un dermatovenerologo) - video

Mollusco contagioso nei bambini

Circa l'80% dei casi di mollusco contagioso sono registrati nei bambini di età inferiore ai 15 anni. Quindi, si può dire che i bambini sono più suscettibili alle infezioni rispetto agli adulti. Molto spesso il mollusco contagioso colpisce i bambini di età compresa tra 1 e 4 anni. Fino all'età di un anno, i bambini non contraggono quasi mai un'infezione, perché, come ipotizzano gli scienziati, sono protetti da anticorpi materni ottenuti durante lo sviluppo intrauterino. Inoltre, i bambini con eczema, dermatite atopica o che assumono ormoni glucocorticoidi per trattare qualche altra malattia sono noti per essere più a rischio di infezione..

Molto spesso, i bambini vengono infettati dal mollusco contagioso quando visitano la piscina e praticano sport che comportano stretti contatti tattili e il contatto del corpo tra loro (ad esempio wrestling, boxe, ecc.).

I sintomi e il decorso del mollusco contagioso nei bambini sono esattamente gli stessi degli adulti. Tuttavia, a causa dello scarso controllo volitivo dei loro desideri, i bambini possono spesso pettinare i noduli del mollusco contagioso e, quindi, l'autoinfezione, trasferendo il virus ad altre aree della pelle, il che porta alla comparsa costante di nuovi focolai di eruzioni cutanee e allunga il decorso della malattia. Inoltre, graffiare i noduli può portare alla loro infiammazione e all'aggiunta di un'infezione secondaria, che richiede un trattamento antibiotico..

Nei bambini, i noduli possono essere localizzati in qualsiasi parte del corpo, ma sono più spesso fissati su torace, addome, braccia, gambe, ascelle, inguine e genitali. La posizione delle masse nell'area genitale non significa necessariamente che il bambino sia stato infettato durante il contatto sessuale. Il bambino potrebbe semplicemente prendere il virus del mollusco contagioso sulle dita da una persona malata, quindi grattare la pelle nell'area genitale, a seguito della quale l'infezione si è verificata proprio in quest'area della pelle.

La diagnosi di mollusco contagioso nei bambini non è difficile, poiché i noduli hanno un aspetto caratteristico. Pertanto, un dermatologo farà una diagnosi basata su un semplice esame delle lesioni. In alcuni casi, quando il dermatologo ha dei dubbi, può eseguire una biopsia o raschiare dal nodulo per studiarne la struttura al microscopio..

Il trattamento del mollusco contagioso nei bambini di solito non viene eseguito, perché dopo 3 mesi a 4 anni tutti i noduli scompaiono da soli, cioè l'autoguarigione si verifica a causa del fatto che il sistema immunitario sopprime l'attività del virus. Pertanto, dato che il mollusco contagioso si cura da solo dopo un po ', per non provocare sensazioni spiacevoli al bambino, i noduli non vengono rimossi. Tuttavia, in alcuni casi, i medici raccomandano di rimuovere i noduli sulla pelle dei bambini, poiché li pettinano costantemente e si autoinfezione, a causa della quale la malattia dura molto a lungo. In queste situazioni, i noduli vengono rimossi meccanicamente, congelando con azoto liquido o con formulazioni contenenti verruche come acido salicilico, tretinoina, cantaridina o perossido di benzoile..

Nonostante l'esistenza di vari metodi per rimuovere i noduli di mollusco contagioso, i medici preferiscono non usarli nei bambini, poiché tutti questi metodi aiuteranno solo ad eliminare la formazione, ma non impediranno la loro ricomparsa, purché il virus nella pelle sia attivo e non soppresso dal sistema immunitario del bambino. Inoltre, qualsiasi metodo può portare alla formazione di cicatrici, cicatrici, ustioni o focolai di depigmentazione nel sito di localizzazione dei noduli. E quando i noduli passano da soli, cicatrici o cicatrici non si formano mai nel sito della loro localizzazione, solo a volte possono rimanere focolai di depigmentazione.

Per l'autoguarigione più rapida possibile del mollusco contagioso nei bambini, è necessario osservare le seguenti regole:

  • Non graffiare, strofinare o ferire i noduli;
  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone;
  • Pulire parti del corpo con noduli 1-2 volte al giorno con soluzioni disinfettanti (alcol, clorexidina, ecc.);
  • Se si entra in contatto con altri bambini o persone, quindi per ridurre il rischio di infettarli, si consiglia di sigillare i noduli con nastro adesivo e coprirli con indumenti;
  • Non radere i peli nelle zone del corpo dove sono localizzati i noduli;
  • Lubrificare la pelle secca con crema per evitare crepe, ulcerazioni e infiammazioni dei noduli.

Mollusco contagioso nelle donne

Il quadro clinico, i fattori causali, il decorso ei principi di trattamento del mollusco contagioso nelle donne non hanno peculiarità rispetto agli uomini o ai bambini. Inoltre, il mollusco contagioso non influisce sul corso della gravidanza, sulla crescita e sullo sviluppo del feto, pertanto le donne che portano un bambino e vengono infettate da un'infezione potrebbero non preoccuparsi della salute del nascituro..

Caratteristiche della malattia negli uomini

Il mollusco contagioso negli uomini, come nelle donne, non ha caratteristiche evidenti. L'unica caratteristica che può essere un segno distintivo dell'infezione negli uomini è la possibilità di localizzazione di noduli sulla pelle del pene, che porta a difficoltà nell'avere rapporti sessuali. Nelle donne, il mollusco contagioso non colpisce mai le mucose della vagina, ma può essere localizzato solo sulla pelle nella zona genitale. Naturalmente, questo crea anche difficoltà durante il rapporto sessuale, ma non così pronunciato come quando si localizzano i noduli sul pene..

Caratteristiche del mollusco contagioso di varia localizzazione

Mollusco contagioso sul viso. Quando si localizzano i noduli sul viso, si consiglia di non rimuoverli, ma di lasciarli e attendere l'autoguarigione, perché se le formazioni scompaiono da sole, al loro posto non ci saranno tracce e cicatrici che creano difetti estetici. Se i noduli vengono rimossi con qualsiasi metodo moderno, c'è il rischio di cicatrici e cicatrici..

Mollusco contagioso sulla palpebra. Se il nodulo è localizzato sulla palpebra, si consiglia di rimuoverlo, perché altrimenti può danneggiare la mucosa dell'occhio e causare congiuntivite o altre malattie degli occhi più gravi.

Mollusco contagioso sui genitali. Se i noduli sono localizzati vicino ai genitali, nell'ano o sul pene, è meglio rimuoverli in alcun modo, senza attendere una scomparsa indipendente. Questa tattica si basa sul fatto che la posizione dei noduli sui genitali o nell'area genitale porta al loro trauma durante il rapporto sessuale, che a sua volta provoca l'infezione del partner e la diffusione dell'infezione ad altre aree della pelle. Di conseguenza, i noduli che compaiono sui genitali possono diffondersi molto rapidamente in tutto il corpo..

Diagnostica

La diagnosi del mollusco contagioso non è difficile e, di regola, viene effettuata sulla base dell'esame da parte di un dermatologo dei noduli caratteristici. In quasi tutti i casi, non sono necessari metodi diagnostici aggiuntivi per confermare la diagnosi di mollusco contagioso..

Tuttavia, in alcuni casi piuttosto rari, quando il medico ha dubbi sulla conferma del mollusco contagioso, vengono eseguiti ulteriori esami. Tali esami aggiuntivi consistono nel prendere un piccolo pezzo del nodulo e quindi esaminarlo al microscopio. La microscopia della biopsia del nodulo consente di determinare con precisione qual è il nodulo e, di conseguenza, se si tratta di una manifestazione di mollusco contagioso o di qualche altra malattia (ad esempio cheratoacantoma, sifilide, ecc.).

I noduli di mollusco contagioso devono essere distinti dalle seguenti formazioni esternamente simili, localizzate anche sulla pelle:

  • Verruche piatte. Tali verruche, di regola, sono multiple, localizzate sul viso e sul dorso delle mani e sono piccole vescicole arrotondate con una superficie liscia, dipinte nel colore della pelle circostante.
  • Verruche volgari. Di regola, sono localizzati sul dorso della mano e sono bolle dense con una superficie irregolare e ruvida. Le papule possono essere squamose e mancare di una depressione ombelicale al centro.
  • Cheratoacantomi. Sono singole formazioni convesse con una forma emisferica e dipinte in un colore rosso pallido o in una tonalità di normale pelle circostante. I cheratoacantomi si trovano solitamente in aree aperte della pelle e presentano depressioni sulla superficie, simili a piccoli crateri, che sono pieni di squame cornee. Le masse cornee sono facilmente rimovibili dai crateri e la loro pulitura non provoca sanguinamento. I tentativi di rimuovere il contenuto grasso dei noduli di mollusco, d'altra parte, spesso portano a sanguinamento..
  • Miliums ("milia"). Sono piccoli punti bianchi localizzati nelle ghiandole sebacee della pelle. Le milie si formano a causa della produzione di sebo troppo denso, che non fuoriesce dai pori, ma rimane in essi e ostruisce il loro lume. Queste formazioni sono associate a una violazione del metabolismo dei grassi e sono localizzate sul viso sotto forma di numerosi o singoli punti bianchi.
  • Acne. Sono papule coniche infiammate di consistenza morbida, dipinte in rosa o rosso-bluastro.
  • Scabbia. Con la scabbia compaiono sulla pelle piccole papule rosse o color carne, disposte come in linee. Le papule con la scabbia pruriscono molto, in contrasto con i noduli del mollusco contagioso. Inoltre, i noduli di prurito sono solitamente localizzati negli spazi interdigitali, nella piega del polso e sotto le ghiandole mammarie nelle donne..
  • Dermatofibromi. Sono noduli duri e molto densi di vari colori, che vengono premuti nella pelle quando vengono premuti lateralmente. I dermatofibromi non sono mai organizzati in gruppi.
  • Carcinoma delle cellule basali. Esteriormente, le formazioni sono molto simili ai noduli del mollusco contagioso, hanno anche una lucentezza perlescente e sono sollevate sopra la pelle. Ma il carcinoma a cellule basali è sempre singolo, queste formazioni non si trovano mai in gruppi.

Quale medico contattare per il mollusco contagioso?

Con lo sviluppo del mollusco contagioso, dovresti consultare un dermatologo (iscriviti), che diagnostica e cura questa malattia. Se il dermatologo non può eseguire le manipolazioni necessarie per la rimozione, indirizzerà il paziente a un altro specialista, ad esempio un chirurgo (fissare un appuntamento), un fisioterapista (fissare un appuntamento), ecc..

Mollusco contagioso - trattamento

Principi generali di terapia

Al momento, si raccomanda di non trattare affatto il mollusco contagioso, a meno che i noduli non siano localizzati sulle palpebre o nell'area genitale, perché dopo 3-18 mesi il sistema immunitario sarà in grado di sopprimere l'attività dell'ortopoxvirus e tutte le formazioni scompariranno da sole senza lasciare alcun o tracce (cicatrici, cicatrici, ecc.). Il fatto è che si sviluppa l'immunità al virus del mollusco contagioso, ma ciò avviene lentamente, quindi il corpo non ha bisogno di una settimana per guarirsi dall'infezione, come nel caso dell'ARVI, ma di diversi mesi o anche fino a 2-5 anni. E se rimuovi i noduli del mollusco contagioso prima che scompaiano da soli, allora, in primo luogo, puoi lasciare cicatrici sulla pelle e, in secondo luogo, questo aumenta il rischio della loro ricomparsa, e anche in grandi quantità, poiché il virus è ancora attivo. Pertanto, dato che l'autoguarigione avviene sempre, ed è solo questione di tempo, i medici consigliano di non trattare il mollusco contagioso rimuovendo i noduli, ma solo di attendere un po 'finché non scompaiono da soli..

Le uniche situazioni in cui è ancora consigliabile rimuovere i noduli del mollusco contagioso sono la loro localizzazione sui genitali o sulle palpebre, nonché il pronunciato disagio causato dall'educazione di una persona. In altri casi, è meglio lasciare i noduli e attendere che scompaiano da soli dopo la soppressione del virus da parte del sistema immunitario.

Tuttavia, se una persona desidera rimuovere i noduli, allora è fatto. Inoltre, la ragione di questo desiderio, di regola, sono considerazioni estetiche..

Per rimuovere i noduli di mollusco contagioso, i seguenti metodi chirurgici sono ufficialmente approvati dai Ministeri della Salute dei paesi della CSI:

  • Raschiamento (raschiatura dei noduli con una curette o un cucchiaio di Volkmann);
  • Criodistruzione (distruzione di noduli con azoto liquido);
  • Sbucciatura (rimozione del nucleo dei noduli con una pinzetta sottile);
  • Distruzione laser (distruzione dei noduli di CO2 - laser);
  • Elettrocoagulazione (distruzione di noduli da corrente elettrica - "cauterizzazione").

In pratica, oltre a questi metodi ufficialmente approvati per rimuovere i noduli di mollusco contagioso, vengono utilizzati altri metodi. Questi metodi consistono nell'effetto sui noduli del mollusco contagioso con varie sostanze chimiche nella composizione di unguenti e soluzioni che possono distruggere la struttura delle formazioni. Quindi, attualmente, unguenti e soluzioni contenenti tretinoina, cantaridina, acido tricloroacetico, acido salicilico, imiquimod, podofillotossina, clorofillite, fluorouracile, ossolina, perossido di benzoile, nonché interferoni alfa-2a e alfa 2 vengono utilizzati per rimuovere i noduli.

Tali metodi chimici per la rimozione dei molluschi non possono essere definiti metodi tradizionali, poiché comportano l'uso di farmaci, per cui sono considerati pratiche non ufficiali e comprovate, ma non approvate dal Ministero della Salute. Poiché, secondo medici e pazienti, questi metodi sono abbastanza efficaci e meno traumatici rispetto ai metodi chirurgici per la rimozione dei noduli di mollusco contagioso, li considereremo anche nella sottosezione seguente..

Rimozione del mollusco contagioso

Consideriamo le caratteristiche dei metodi conservativi chirurgici e informali per rimuovere il mollusco contagioso. Ma prima consideriamo necessario sottolineare che qualsiasi metodo chirurgico per rimuovere i noduli è piuttosto doloroso, per cui si consiglia di utilizzare anestetici locali per la manipolazione. Il modo migliore per anestetizzare la pelle è l'unguento EMLA al 5%. Altri anestetici, come la lidocaina, la novocaina e altri, sono inefficaci.

Rimozione laser del mollusco contagioso. I noduli vengono mirati con un raggio di CO2-laser o laser pulsato. Per la distruzione delle formazioni, è ottimale impostare i seguenti parametri del raggio laser: lunghezza d'onda 585 nm, frequenza 0,5 - 1 Hz, diametro del punto 3-7 mm, densità di energia 2-8 J / cm 2, durata dell'impulso 250-450 ms. Durante la procedura, ogni nodulo viene irradiato con un laser, dopodiché la pelle viene trattata con una soluzione alcolica al 5% di iodio. Se, dopo una settimana dalla procedura, i noduli non sono coperti da croste e non sono caduti, viene eseguita un'altra sessione di irradiazione delle formazioni con un laser.

La terapia laser consente di ottenere la distruzione dell'85-90% dei noduli dopo la prima sessione. Inoltre, dopo la caduta delle formazioni, non ci sono cicatrici e cicatrici visibili sulla pelle, il che rende il metodo adatto per rimuovere i noduli per ragioni estetiche..

Rimozione del mollusco contagioso con azoto liquido. Ogni nodulo viene esposto all'azoto liquido per 6-20 secondi, dopodiché la pelle viene trattata con una soluzione alcolica al 5% di iodio. Se i noduli rimangono dopo una settimana, vengono nuovamente distrutti con azoto liquido..

Questo metodo è doloroso e non è adatto per rimuovere i noduli di mollusco per ragioni estetiche, poiché dopo la distruzione delle formazioni con azoto liquido, possono comparire vesciche sulla pelle, guarendo con la formazione di cicatrici e focolai di depigmentazione.

Rimozione del mollusco contagioso mediante elettrocoagulazione. Il metodo consiste nel "cauterizzare" i noduli con una corrente elettrica, simile a "cauterizzare" l'erosione della cervice. Dopo la procedura, la pelle viene lubrificata con una soluzione alcolica al 5% di iodio e una settimana dopo viene valutato il risultato. Se i noduli non cadono, vengono "cauterizzati" di nuovo.

Rimozione del mollusco contagioso mediante raschiamento e mondatura. Il metodo consiste nella raschiatura meccanica del nodulo con un cucchiaio Volkmann affilato o nella rimozione delle formazioni con una pinza sottile. La procedura è estremamente dolorosa e spiacevole; inoltre, la rimozione delle formazioni può essere accompagnata da sanguinamento. Dopo la rimozione meccanica dei noduli, tutti i punti precedenti della loro localizzazione vengono trattati con una soluzione di iodio al 5% o altri antisettici.

Questi metodi non sono adatti per rimuovere i noduli per motivi estetici, poiché il curettage o il peeling possono causare cicatrici da affondamento nel sito delle lesioni..

Unguento per mollusco contagioso - rimozione di noduli con sostanze chimiche. Per rimuovere i noduli di mollusco contagioso, possono essere lubrificati regolarmente, 1-2 volte al giorno, con unguenti e soluzioni contenenti le seguenti sostanze:

  • Tretinoina (Vesanoid, Lokatsid, Retin-A, Tretinoin) - gli unguenti vengono applicati ai noduli in modo puntuale 1-2 volte al giorno per 6 ore, dopo di che vengono lavati via con acqua. I noduli vengono lubrificati fino a scomparire;
  • Cantaridina (mosca Shpanskaya o medicinali omeopatici) - gli unguenti vengono applicati ai noduli in modo puntuale 1-2 volte al giorno fino a quando le formazioni scompaiono;
  • Acido tricloroacetico: una soluzione del 3% viene applicata puntualmente 1 volta al giorno sui noduli per 30-40 minuti, quindi lavata via;
  • Acido salicilico: una soluzione al 3% viene applicata 2 volte al giorno ai noduli senza risciacquare;
  • Imiquimod (Aldara) - la crema viene applicata sui noduli in modo puntuale 3 volte al giorno;
  • Podofillotossina (Vartek, Kondilin): la crema viene applicata in modo puntuale ai noduli 2 volte al giorno;
  • Unguento al fluorouracile - applicato ai noduli 2-3 volte al giorno;
  • Unguento ossolinico - applicato in modo puntuale ai noduli 2-3 volte al giorno in uno spesso strato;
  • Chlorophyllipt: la soluzione viene applicata in modo puntuale ai noduli 2-3 volte al giorno;
  • Perossido di benzoile (Baziron AS, Ekloran, Indoxil, Effezel, ecc.) - Unguenti e creme vengono applicati in modo puntuale ai noduli con uno spesso strato 2 volte al giorno;
  • Interferoni (Infagel, Acyclovir): unguenti e creme vengono applicati ai noduli 2-3 volte al giorno.

La durata dell'uso di uno qualsiasi dei suddetti farmaci è determinata dal tasso di scomparsa dei noduli di mollusco contagioso. In generale, come dimostrano le osservazioni dei dermatologi, per la rimozione completa dei noduli con uno qualsiasi dei mezzi indicati, deve essere applicato continuamente per 3-12 settimane. Tutti i fondi di cui sopra hanno un'efficacia comparabile, quindi puoi scegliere qualsiasi farmaco che, per qualche motivo soggettivo, ti piace più di altri. Tuttavia, i dermatologi consigliano di provare prima unguento ossolinico, unguento al fluorouracile o prodotti a base di perossido di benzoile, poiché sono i più sicuri..

Mollusco contagioso: rimozione di papule mediante raschiatura, laser, Surgitron, azoto liquido (consiglio di un dermatologo) - video

Mollusco contagioso, trattamento con farmaci antivirali e immunomodulatori: Acyclovir, Isoprinosine, Viferon, Allomedin, Betadin, Oxolinic unguento, iodio - video

Trattamento del mollusco contagioso nei bambini

Il trattamento del mollusco contagioso nei bambini viene effettuato con gli stessi metodi degli adulti e in conformità con i principi generali della terapia. Cioè, il trattamento ottimale del mollusco contagioso nei bambini è l'assenza di trattamento e l'attesa che il corpo sopprima l'attività del virus stesso e tutti i noduli semplicemente scompariranno senza lasciare traccia. Ma se il bambino sta pettinando i noduli o gli danno fastidio, allora si consiglia di provare a rimuoverli a casa con vari unguenti e soluzioni contenenti componenti per eliminare le verruche (ad esempio, acido salicilico, tretinoina, cantaridina o perossido di benzoile). Queste soluzioni vengono applicate in modo puntuale ai noduli del mollusco contagioso 1-2 volte al giorno fino a quando non scompaiono.

I genitori riferiscono l'efficacia dell'unguento ossolinico per rimuovere i noduli di mollusco nei bambini, quindi questa raccomandazione può essere utilizzata. Quindi, i genitori raccomandano 1-2 volte al giorno di applicare uno spesso strato di unguento sui noduli fino a quando non scompaiono completamente. Allo stesso tempo, all'inizio, i noduli sotto l'azione dell'unguento possono diventare rossi e infiammarsi, ma non è necessario averne paura, poiché dopo 1-2 giorni la formazione sarà coperta da una crosta e inizierà ad asciugarsi.

Se si decide di rimuovere i noduli dal bambino con qualsiasi metodo chirurgico, ciò dovrebbe essere fatto solo con l'uso di un'anestesia adeguata. Anestetizza nel migliore dei modi la pelle e, di conseguenza, è ottimale per l'uso come anestetico per la rimozione chirurgica dei noduli di mollusco contagioso, crema EMLA 5% prodotta da AstraZeneka, Svezia. Per un'anestesia adeguata, la crema viene applicata sulla pelle nell'area di localizzazione dei noduli, coperta con una pellicola occlusiva fornita con il farmaco e lasciata per 50-60 minuti. Dopo un'ora si rimuove il film, si rimuovono i resti di crema con un batuffolo di cotone sterile e solo dopo si esegue un'operazione per rimuovere i noduli del mollusco contagioso.

Quando si utilizza la crema EMLA, si ottiene un buon livello di sollievo dal dolore, in conseguenza del quale il bambino non avverte dolore e, di conseguenza, non riceve ulteriore stress.

Mollusco contagioso: cause, trattamento, diagnosi e prevenzione. Rimozione di prurito, infiammazione e arrossamento - video

Trattamento domiciliare

Nel migliore dei modi per curare il mollusco contagioso a casa, sono adatti sia preparati farmaceutici che vari rimedi popolari realizzati indipendentemente dalle erbe medicinali, che si sovrappongono ai noduli e contribuiscono alla loro scomparsa.

Quindi, i metodi tradizionali più efficaci per trattare il mollusco contagioso a casa sono i seguenti:

  • Lozioni all'aglio. Gli spicchi d'aglio freschi vengono schiacciati allo stato di pappa, il burro viene aggiunto in rapporto 1: 1 (in volume) e mescolato bene. La composizione finita è punteggiata sui noduli con uno spesso strato, fissata con un cerotto o una benda e la lozione viene cambiata in una fresca 2-3 volte al giorno. Tali applicazioni vengono applicate ai noduli del mollusco contagioso fino a quando non scompaiono completamente..
  • Succo d'aglio. Gli spicchi d'aglio vengono passati attraverso un tritacarne, la pappa preparata viene spalmata su una garza e il succo viene spremuto. I noduli vengono strofinati con succo d'aglio fresco 5-6 volte al giorno fino a quando non scompaiono completamente.
  • Infusione di una serie. Due cucchiai di erba secca vengono versati in 250 ml di acqua bollente (un bicchiere), ancora una volta portare l'acqua a ebollizione, togliere dal fuoco e insistere per un'ora in un luogo caldo. L'infuso finito viene utilizzato per pulire l'area cutanea su cui sono localizzati i noduli del mollusco contagioso, 3-4 volte al giorno fino a quando le formazioni scompaiono.
  • Tintura di calendula. La tintura alcolica di calendula della farmacia viene utilizzata per pulire le aree della pelle coperte da noduli di mollusco contagioso, 3-4 volte al giorno fino a quando le formazioni scompaiono completamente.
  • Succo di ciliegia di uccello. Le foglie fresche di ciliegia di uccello vengono lavate con acqua e passate attraverso un tritacarne. La pappa risultante viene spalmata su una garza e spremuta dalle foglie. Il succo delle foglie della ciliegia di uccello viene mescolato con il burro in un rapporto di volume di 1: 1 e l'unguento risultante viene applicato ai noduli di notte.

Si consiglia di preparare tutti i rimedi popolari immediatamente prima dell'uso e di non conservarli per più di 1 - 2 giorni, poiché la massima freschezza delle formulazioni garantisce una maggiore efficacia del trattamento.

Mollusco contagioso - trattamento con rimedi popolari: iodio, celidonia, fucorcina, catrame, tintura di calendula - video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista di ricerca biomedica.